sabato, ottobre 24, 2009

in che mondo viviamo ?!

i mudhoney mi rimettono in pace col rock'n'roll e mi ricordano perchè sono ancora in giro a fare quello che faccio. ma ora non vedo l'ora di incontrare jonathan richman. sarà uno spasso e da domenica certamente avremo nuove storie da raccontare mentre brindiamo al compleanno del FARGO.

bronson.
sabato 24 ottobre. jonathan richman. porte h21,30. ingresso 12
a seguire indie electro sessions. ingresso 6

fargo. domenica 25 ottobre dalle 17 happy hour e buffet.

20 commenti:

Hank ha detto...

Biicchierone! A stasera!

Erodoto ha detto...

Ma ci sarà anche il Sig. Marekka travestito da Mary con ciuffo sorretto da gel di produzione propria...?

TUTTI PAZZI PER MAREKKA ! ! !

stu ha detto...

sta bon,non evocarlo..

Erodoto ha detto...

stu hai ragione, non lo farò più.
Promesso!

Adele ha detto...

foto Magnolia Electric Co. :)
seratona ieri con delegazione bronson all'estragon!
a stasera!

chris ha detto...

nn perdetevi JR spettacolo assicurato.
a dop

boh ha detto...

A che ora comincia stasera JOnathan Modern Lover??

valentina ha detto...

io ho già l'autografo di jonathan e sarò in seconda fila

boh ha detto...

io non ho il suo autografo ma ci siamo baciati intensamente al w.c. da veri moderns lover's e sarò in prima fila!

chris ha detto...

spettacolo

e. ha detto...

Quando ha detto "Io non sono stanco" con quella luce negli occhi: quante delle band di cui ci innamoriamo ogni stagione per tutte le nostre giuste ragioni lo hanno mai detto? Quando ha avuto i suoi campanelli sul palco sembrava felice come un bambino. Che uomo, che spettacolo. C'era solo una chitarra acustica - nemmeno amplificata - e una batteria, la sua voce e il nostro battimani: eppure, per citare un suo titolo, "a higher power".
ciao, e.

chris ha detto...

esatto enzo. esatto. personalmente cerco di privilegiare gente di quel genere. per rendere l'idea della grandezza e unicità del personaggio: nel suo rider c'è scritto che NON vuole catering. che si accontenta di essere accolto con un bicchier d'acqua. possibilmente dal rubinetto.
imparate ragazzini strafottenti. imparate.

Erodoto ha detto...

Ciao Chris, perdona la mia ignoranza, che cos'è un rider?
Tipo delle disposizioni dell'artista?

PS
Ho chiesto a Chris perché l'ha nominato lui questo "rider"; se però qualcun altro lo sa, se vuole, me lo può spiegare.

LaMarty ha detto...

Il rider sono proprio le varie disposizioni che vengono date dai vari artisti ai fini di rendere la loro "performance" migliore o agevolata per loro..
Che poi si sono rider e rider..quelli che pretendono un determinato palco, con determinate luci, un camerino apposito, e via dicendo...oppure ci sono quelli più "easy" che chiedono frutta, ciambelle e via dicendo. MI ricordo di aver letto un rider dei Red Hot Chili Peppers che chiedevano una ciotola di M&M's ad esclusione di quelle rosse e un camerino per fare yoga. Inchino a profusione al signor Jonhatan per il suo bicchiere di acqua :D

stu ha detto...

I rider sono la parte comica latente di ogni band.

chris ha detto...

per completare il discorso.
i rider sono di fatto l'insieme delle richieste tecniche e di ospitalità dell'artista. tipo un allegato del contratto. di fatto sono indicazioni utili e necessarie per la buona riuscita del concerto. a volte ci sono richieste piuttosto bizzarre, ma divertenti (vedi melvins) altre volte frutto di arroganza, capriccio e supponenza.
ovviamente in questi casi scatta una fase di mediazione in vista del concerto.

Erodoto ha detto...

Thanks at all

stu ha detto...

A questo punto vogliamo sapere quello dei Melvins!
Quello di Mike Watt l'ho conservato perchè era bellissimo...

"and an idiot on bass named Watt(stage righ w/one vocal mic on a straight stand)..."

aug ha detto...

Il concerto è stato strepitoso.

Kekko ha detto...

piango.