martedì, luglio 29, 2008

unica data italiana

i'm from barcelona, linea 77, dd e calcutta bubbles e poi il solito delirante party di compleanno della benny. riuscirò a scrivere qualche riga e mettere tutto in fila.

questa sera stevemcqueen ospita the mae shi.

sabato, luglio 26, 2008

giovedì è stato se possibile ancora di più il party dell'estate. foto e aneddoti nei prossimi giorni.

oggi invece si prosegue con i linea 77 sul palco dell'hana bi. per loro certamente un ritorno alle origini, un concerto "alla vecchia" senza troppi fronzoli. sarà evento. in consolle mi par di capire ci sarà kekko. vedremo.


e poi domani disco drive orario aperitivo tanto per chiudere la settimana col botto.

mercoledì, luglio 23, 2008

i'm from barcelona

finalmente giunti ad uno dei party più attesi dell'estate.
i'm from barcelona on the beach !!!

tutto iniziò al bronson con un concerto finito nel parcheggio, per proseguire all'hana bi con un tuffo dal tetto e uno in mare.

poi arrivò una cartolina e la storia continua...



in consolle art e pullo.
vado a comprare i palloncini, ne hanno chiesti 200...

lunedì, luglio 21, 2008

blood and guts

ieri l'hana bi sembrava proprio l'hana bi domenicale, quello delle indie electro pleasure e del clima frizzantino di mezza estate giusto mix tra delirio e spensieratezza con compleanno di trinity incorporato e innesto della coppia merighi/pullo in finale. a proposito di finale, ale e bacca si sono aggiudicati a sorpresa la quinta edizione del memorial guidone di racchettone meritando pienamente seppur non indicati tra i favoriti. oggi finalmente una giornata di pausa, un temporale rigenerante in vista di una settimana che ce n'è per tutti i gusti.

si parte dal solito martedì stevemcqueen che vedrà protagonisti i nostrani rosolina mar in quartetto con l'americana larkin grimm, e se michael gira garantisce per lei non ci sono davvero dubbi e io mi fido ciecamente.


La voce di LARKIN GRIMM è simile al pianto profondo di un animale che risuona tra le montagne nell’aria tesa ed elettrica dopo un tremendo temporale. Non considero la sua musica ‘folk’ ma piuttosto ‘pre-folk’ o addirittura ‘pre-musica’. In lei è il canto dell’eterna Madre e il grido di collera appassionato di ogni donna”. MICHAEL GIRA


"La forza di Larkin Grimm sta nel potere evocativo della sua musica e nell’interpretazione sciamanica che ne dà, come un rito liberatorio. Canzoni in bilico tra questo e un universo più sottile." teresa greco (sentireascoltare)

sono davvero curioso di giudicare dal vivo questo gustosissimo progetto e toccare con mano come si coniuga il post rock'n'roll dei rosolina col canto tradizionale della piccola strega.
sono sicuro che sarà un'altra serata speciale.

venerdì, luglio 18, 2008

the devil, you and me

doom funk!
i chrome hoof sono geniali, ma soprattutto davvero bravi. e come sempre in questi casi la prima considerazione è che meriterebbero di più. più attenzione, più successo. ma è l'era dei kings of lion, degli interpol e dei franz ferdinand, di certo validi, ma speriamo passi in fretta. qualcuno ieri sera ha detto "altro che chk chk chk...". capisco cosa intendeva e sono d'accordo e poi ultimamente sono davvero preso da queste pantere nere che dominano il palco con danze sciamaniche.

ps: stupendo il kekko in amore tra le prime file che agita felice la sua acquetta.



ma oggi, finalmente, posso annunciare the notwist al bronson domenica 28 settembre. cazzo i notwist al bronson. un altro di quei gruppi che ha fatto continuamente capolino nelle nostre colonne sonore di questi 5 anni tra spiaggia e periferia. prossima settimana prevendite aperte su vivaticket. approfondimenti nei prossimi giorni.





ecco mi sembra abbastanza, per oggi ricordo solo la festa universitaria "despedia" tra aperitivo e serata ivi comprese le elicheinfunzione dalle 18.





e poi domani e domenica oltre ai live e i dj set e gli happy hour e le cene ci sarà il torneo interno di racchettone: memorial guidone V. inscrizioni aperte fino a sabato a mezzogiorno.

mercoledì, luglio 16, 2008

anime ribelli

il martedì dell'hana bi, stevemcqueen, è l'appuntamento a cui sono più legato. dove tutto ebbe inizio. con la possibilità di suonare liberamente i propri dischi preferiti, con la voglia di trasgredire quel poco che rende uniche certe serate. quello di ieri sembrava uno dei tanti con un'affluenza non certamente record dovuta probabilmente anche ad interpol e deus a ferrara, nomi che proprio non stimolano la mia voglia di mettermi in viaggio. ma i my awesome mixtape si sono rivelati un ottimo preludio con la loro indietronica di ampio respiro ben bilanciata tra ritmi e melodie e vins è riuscito come sempre a raccogliere tutti sotto la tettoia. io avevo già deciso che volevo cambiare qualcosa e ne ho approfittato. concluso il mio dj set ho percepito nell'aria la voglia di rimanere un altro po' e ci sono pezzi che incredibilmente uniscono come inni senza confini. elvis nina simone otis redding i ramones e i sex pistols.

e si riparte domani con un altro concerto dell'anno.
arrivano i chrome hoof !!! geniali.



Immaginiamo una band che suona progressive alla Goblin con graffianti riff hard rock, funk alla Parliament/Funkadelic di George Clinton, con innesti orchestrali alla Sun Ra ed i ritmi electro dance della ESG. Tutto ciò si traduce in un vero spettacolo sci fi on stage, tra danzatori e teatranti e argentati cavalieri spaziali.

lunedì, luglio 14, 2008

il ribelle


alex chilton è un signore quasi sessantenne che potrebbe ricordare un incrocio tra woody allen ed harry dean stanton. dei suoi eccessi e delle bizze che hanno contribuito ad alimentarne la leggenda neanche l'ombra. un vero gentleman sempre misurato ed educato assolutamente disponibile ad accogliere i suoi fans ed ascoltarli paziente, mentre gli riversano addosso tutta la loro ammirazione e lui continua a sorseggiare coca light divertito.

erano 15anni che non suonava in italia e grazie al prete elettrico grammo e le strade blu è toccato a noi ospitarlo per primi sul nostro no-stage di fronte alla spiaggia. si trattava di un warm up show con tutte le incognite del caso e ad accompagnarlo sul palco due professionisti che in meno di due giorni hanno dovuto familiarizzare con una scaletta di molti originali e qualche cover tra cui una imprevedibile versione di rock with you di michael jackson.

personalmente ero lievemente preoccupato per la situazione un po' caotica della spiaggia di sabato, molto diversa dalla tranquillità di un soundcheck nei club o di un infrasettimana all'hana bi, ma alex mi ha immediatamente tranquillizzato dicendomi che gli sembrava di essere a casa. al che la domanda è partita in automatico, ma dove vivi, in california?!.
no no a new orleans: è una giungla, e l'afa e i mosquitos sono anche peggio...

quando è salito sul palco è stato ancora una volta davvero emozionante e per tutta la durata del concerto quel suo armeggiare con i volumi dell'ampli, la tracolla della chitarra il tappo della levissima e quegli occhiali che metteva e toglieva di continuo per riuscire a leggere la scaletta è stato spettacolo nello spettacolo. perchè quando incroci il carisma e la consapevolezza dei grandi li riconosci immediatamente.

sì, forse sembrava di essere davvero a new orleans o a memphis, davvero si respirava il rock'n'roll a pieni polmoni e tra la gente aleggiavano incredulità e devozione e quella consapevolezza di trovarsi ancora una volta sulla sabbia in un contesto irripetibile.

ad ogni brano l'entusiasmo cresceva incontrollato: sì è tutto vero, quello è alex chilton. quello che ascolta vivaldi e corelli e suona celentano: il ribelle. ovazione.




ho intravisto il ghigno compiaciuto di mr.crown, non ho visto tutti gli altri.

grazie a cecca per essere stato sempre al mio fianco in questi due giorni.
grazie ad elena ancora una volta per uno scatto stupendo ed esclusivo
continua nei commenti e forse nel prossimo post.

sabato, luglio 12, 2008

viene da dire che i comaneci dovrebbero sempre suonare con bruno dorella, il loro sound ne guadagna assai.
poi ora è già sabato (00:56) e all'hana bi incrociando le strade blu si fa un altro po' di storia. questa sera alex chilton si esibirà in trio per una delle due uniche date europee. apre giovanni ferrario, anch'egli in trio che presenta il suo headquarter delirium


Chilton nasce il 28 dicembre 1950 a Memphis nel Tennesse, diventa famoso negli anni '60 come cantante della teenage band Box Tops e nel 1972 fonda i leggendari Big Star.

Parliamo dell'Alex Chilton di culto, di quel personaggio ombroso che tenta la via del pop senza riuscirci appieno, ma che – senza saperlo – inventa un nuovo genere, il “power pop” e cioè i Beatles e gli arpeggi dei Byrds accelerati e con un'anima rock, ai quali si aggiungono poi dei Beach Boys d’annata ed un pizzico di Velvet Underground. Con i Big Star, insieme al talentuoso Chris Bell, realizza l'apice della sua carriera, ossia tre album, “# 1 Record” (Stax Records,1972), “Radio City” (1974) ed il postumo “Third/Sister Lovers” (1978, uscito per commemorare la scomparsa di Bell), oggi introvabili e considerati di culto per un'intera generazione di musicisti che faranno del Big-Star-sound un genere. Non solo i REM hanno dichiarato il retaggio, ma anche i Jesus and Mary Chain, i Posies e i Replacements.

Dopo il silenzio di molti anni, nei quali Chilton ha tentato una carriera solistica e la più fortunata via della produzione, nel 2005 i Big Star sorprendono con un nuovo album, “In Space”, dove Chilton ed il fido batterista Jody Stephens sono affiancati da Ken Stringfellow e Jon Auer dei Posies, ed è un vero piacere ritrovarli con un disco che in molti episodi ricorda le opere soliste del suo leader ma anche i Big Star dei tempi che furono.

ci sarebbe molto altro da aggiungere a queste stringate note biografiche, ma il tempo stringe e ci si vede dopo tra le dune gustando mojitos

giovedì, luglio 10, 2008

questa sera comaneci con bruno dorella. un'altra bella seratina soft con candele e lumini sulla spiaggia dell'hana bi dopo i deliri dei giorni scorsi.
io amo i liars per cui non chiedetemi di essere obiettivo.

mercoledì, luglio 09, 2008

liars liars liars pt2

due giorni con i bellrays rimettono in pace con il r'n'r non c'è che dire. al punto che ieri nella parte finale del mio dj set ho inanellato mudhoney mc5 pere ubu ramones x ed elvis. un altro stevemcqueen coi fiocchi.


i liars si ripuliscono all'albicocco

per quel che mi riguarda, però, è oggi l'appuntamento più atteso di questa settimana pur sapendo che sabato ci sarà alex chilton. dopo esattamante 40 giorni tornano i liars a ravenna e si passa dal bronson all'hana bi. dopo 40 giorni dal deludente risultato presenze della volta scorsa a fronte di un'esibizione stratosferica dei nostri. per contro oggi mi aspetto il massimo da parte di tutti. vi attendo numerosissimi per festeggiare il ritorno di una delle nostre band preferite, un'altra di quelle cresciute con noi. è un po' una rivincita e mi auguro di pareggiare il conto con l'amarezza della volta scorsa. i liars spaccano il culo.



ciliegina sulla torta apriranno la serata altri amici di qualità sopraffina, i bachi da pietra di bruno e gianbeppe con il loro hard boiled blues. si inizia alle 21,30, ristorante aperto.

martedì, luglio 08, 2008

blues is the teacher, punk is the preacher

quello di ieri è stato il lunedì ideale. rilassante e per nulla inutile.
come detto un po' di amici si sono ritrovati da queste parti e dopo aver assaporato dell'ottimo moscato omaggio di quel lord che è sempre giovanni succi (bachi da pietra) ci siamo trasferiti sul lato mare appositamente allestito con sedute tavoli e lumini. a scaldare l'ambiente lo special show di bob&lisa. soul e rnr in acustico con una semplicità che lasciava a bocca aperta.





da oggi si torna a fare sul serio e Lisa Kekaula tornerà la pantera di sempre con appresso i suoi fedelissimi bellrays. inizio concerto alle 21,30 puntuale e ristorante aperto. solito stevemcqueen con chris e vins e nada in giardino.

lunedì, luglio 07, 2008

back to the soul, relax baby

la festa anni 90 che sia al bronson o all'hana bi, ormai è una garanzia di classe e delirio. trinity e silvia indimeticabili. a breve annuncerò il prossimo appuntamento. presumibilmente il 14 agosto. ops!

dopo una notte così rosa era inevitabile una domenica surreale e di svacco segnata dall'incredibile finale di wimbledon con la vittoria di un nadal sempre più vicino alle fattezze e alle movenze del supereroe marvel classico.


oggi arrivano all'hana bi i liars, i bachi e i bellrays. suoneranno bob&lisa (rispettivamente chitarra e voce e che voce dei bellrays) un repertorio rock'n'roll soul e AM radio. sarà perfetto e tremendamente rigenerante dopo un week end come quello appena passato.
ristorante aperto

venerdì, luglio 04, 2008

notte rosa anni 90


questa sera meg ai giardini speyer a ravenna presenta in concerto il nuovo album, ed inaugura questa nuova edizione di ravenna bella di sera. ingresso gratuito in collaborazione con bronson produzioni ovviamente.


all'hana bi invece torna in scena l'aperitivo di elicheinfunzione dalle 18. nuove atmosfere sulla vostra spiaggia preferita. dub. trip hop. dubstep.





domani
è sabato 5 luglio. notte rosa e finalmente si può ballare in spiaggia fino alle 3!
noi festeggiamo con il ritorno della festa anni 90. a grande richiesta. dj marathon in collaborazione con carlsberg e corona. (happy 22 - 23)
in consolle si alterneranno len pullo sirol ale chris art trinity silvia diego kekko morphine e forse come al solito mi sono dimenticato qualcuno.



dalle 18 invece cocktail sessions come sempre.
ristorante aperto gradita la prenotazione, per non dire obbligatoria.

giovedì, luglio 03, 2008

tutti pazzi

sabato e domenica week end infuocato e lunedì e martedì incendiari.
difficile tirare le somme sul blog quando la realtà è così intensa, quando hai le tarantole e i dirtbombs che impazzano per la spiaggia con julian (liars) che fa gli onori di casa.



comunque il circo di tito con il suo tex mex voodoo punk ha lasciato tutti a bocca aperta. concerto devastante serata indimenticabile con la duna affollata come non mai.



ma la festa è continuata con i dirtbombs che non hanno di certo fatto prigionieri. garage soul e rock'n'roll che solo il povero kekko riesce a sbadigliare in prima fila. finale che succede di tutto e di più con stage diving dalla tettoia e un finale infinito. pure troppo. mamma mia la doppia batteria



grazie a tutti. grammo e le strade blu, marco alex e monogawa