martedì, luglio 17, 2007

la rubrica di valentina #10

e dopo la tempesta (le bestie) ritorna il sereno (la rubrica della vale) e l'arcobaleno. questa sera stevemcqueen e buattitime live a presentare il loro esordio su cd.




Arcobaleno, che, casomai qualcuno dovesse avere dubbi, al plurale fa arcobaleni, è uno di quei vocaboli che si trovavano per primi sotto il paragrafo “nomi composti” del sussidiario delle elementari. Fonte di ispirazione per poesie, leggende, musica, ogni volta che ne vedo uno penso a quanto si sarà divertito quel burlone che ha messo in giro la voce che alla base di un arcobaleno c’è una pentola di monete d’oro! E accenno qualche nota di Somewhere over the rainbow, quella cantata da una paffutella Judy Garland nel mago di Oz, anche perché sarebbe dura per le mie corde vocali intonare quella di Tom Waits. Rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, indaco, violetto : apprendere che quella magica e misteriosa sovrapposizione di archi multicolori era gelidamente spiegata dalle leggi della fisica è stato un po’ come scoprire che, tappate le orecchie ai bambini, “Babbo Natale non esiste”! Ma per me un arcobaleno ha sempre una sua magia, vederne uno mi fa stare bene e da un paio di settimane a questa parte ne ho visti tre. Quindi, veniamo alle mie perplessità: qualcuno di voi, osservando questa meraviglia della natura, ha mai capito quale cazzo di colore fosse l’indaco? Ma soprattutto, se i colori dell’arcobaleno sono sette, perché l’ultimo arcobaleno che ho visto ne aveva almeno dieci o undici? Saranno le magie dei tempi moderni o magari devo solo farmi un paio di occhiali nuovi.

D’altronde, si sa, le signore girano sempre con gli occhiali in borsa. E comunque nessuna è esclusa, finita la teen-age siamo tutte signore e il galateo vuole che ci si debba rivolgere ad una creatura di sesso femminile chiamandola “signora”.


Rimanendo in ambito di galateo, vi comunico che in Svezia il brindisi, che si chiama skaal e vuol dire io penso a lei, noi comunichiamo così, meglio che con le parole, ci comprendiamo, va fatto guardando il/i commensali prescelti “con attenzione tenera e sostenuta” e si beve, solo dopo aver portato il bicchiere all’altezza del cuore, continuando a guardare l’altro. Da questo si capisce che gli svedesi non hanno frequenti “problemi di naso”. Ma ve lo immaginate cosa deve essere bere da delle flute con diametri da nasino alla francese guardando contemporaneamente un’altra persona negli occhi se la natura ti ha dotato di un naso “importante” (sorvolo sull’ipocrisia di questo aggettivo)? Rischi di non riuscire a bere o di rovesciarti il contenuto del bicchiere addosso! Maledetti svedesi con il nasino alla francese!

Ora, magari Enzo (Polaroid) e Pullo che sono filo-svedesi sapevano questa cosa, ma... dite che quelli di Ravenna Teatro sapevano anche questo???

Concludo con la parola della settimana: EPICONDILITE, che sarebbe il gomito del tennista, ma, sapete, al giorno d’oggi molti giovani soffrono di una forma aggravata di questa malattia che colpisce tutte le articolazioni. I testimonials della campagna di prevenzione contro l’epicondilite all’Hana Bi sono i buttafuori. Per qualsiasi info chiedete a loro.



Che sia un'altra Grandiosa, Fantasmagorica, Entusiasmante, settimana di Delirio all’Hana Bi.

Accorrete.

Valentina

95 commenti:

borguez ha detto...

ma arcobaleno in dialetto romagnolo com'è?

diego ha detto...

"che quél culuré", probabilmente.

Nei '90 una canzone degli Scisma faceva:
coloro con indaco i miei fermo immagine
oeil egyptien avec toi

Ma più che 'indaco' non capivo la seconda frase!

Io comunque quando vedo un arcobaleno mi metto a canticchiare Rainbow Country del caro Marley:

Hey Mr. Music
Ya sure sound good to me
I can't refuse it
What got to be, got to be

Feel like dancing
Dance cause we are free...

Anonimo ha detto...

nel vocabolario italiano romagnolo c'è scritto ercbalén, ma la cosa mi puzza molto. aspetto che mio nonno torni dal bar per chiedere precisazioni.
ora che vedo la rubrica della Vale sono happy.
la giò

Kekko ha detto...

mia madre probabilmente lo chiamava "ch'e quèl che lé".

giuditta ha detto...

l'indaco è un blu molto profondo, un colore naturale.

mi ricordo che questa parola associata al colore mi ha affascinato fin da bambina: nei mitici pastelli giotto trovi infatti il color indaco tra gli altri (come se fosse "normale").

quindi per un riferimento più preciso apri una delle classiche scatole reperibili in qualsiasi supermercato e strabilia!

giuditta ha detto...

ah, dimenticavo... è il colore che utilizzano i tuareg.

gli uomini blu.
il blu.
quello vero.

hrudi v. bakshi ha detto...

il mio spacciatore di termini romagnoli ha avuto una crisi epilettica!
Pensava di essere infallibile
e invece si è scontrato con la dura realtà della fallibilità!
i vari dizionari riportano la
voce riportata dall'anonimo:
ercbalèn!
anche a me la cosa puzza!
aspettiamo che il nonno finisca
il gelati!

Anonimo ha detto...

credo ci farà attendere... qua nella mia campagna trafficata c'è un cicalio assurdo, caldo caldo caldo, tornerà solo dopo qualche chinotto e granita ( e speriamo si fermi lì, non vada giù di bourbon...) lo immagino piazzato sotto un albero al circolo guardare la gente che passa con quest'afa e dire a tutti che lui non si muove, "sta bene all'ombra"...
la giò

valentina ha detto...

Certo prof. Giudit, l'indaco è un bellissimo colore naturale e stasera ho proprio voglia di passare a comprare una nuova scatola di pastelli. In ogni caso mi riferivo proprio all'arcobaleno. Credo sia difficile distinguere esattamente fra indaco, viola e blu, forse si fondono un po' tutti insieme.

Oddio, arcobaleno in dialetto romagnolo? La Giò e il suo nonno sono la nostra unica salvezza. Giò porta il tuo nonno all'Hana Bi! Un chinotto glielo offro io! Magari corretto con un po' di rum e una spruzzatina di lime, se gradisce.

valentina ha detto...

comunque si vede che avete letto solo la prima parte della rubica... come faccio sempre io che i post troppo lunghi li leggo a rate! :)

diego ha detto...

un ghiacciolo al tamarindo per lui!

hrudi v. bakshi ha detto...

purtroppo non ho avuto l'onore di vedere mio nonno in azione al bar con i suoi coetanei!
me l'immagino seduto all'ombra di platani secolari in quelle vecchie sedie colorate dal filo di plastica urlare alla barista:
- cesarina! purtim una malaghegna.
(tipica coppa gelato all'amarena, forse sammontana)

giuditta ha detto...

no no.
anche il resto è stato letto!!

volevo commentare skaal, che si usa anche in tutta la scandinavia (norvegia e finlandia per certo) belgio (fiammingo) e olanda.
non so se si scrive nella stessa maniera nelle varie lingue... non ho una conoscenza così profonda in materia, solo epocali sbronze!!

Anonimo ha detto...

sì pure io lessi tutto, e mi ero buttata anche a fare un'analisi critica dei nasi importanti, sai, possedendone uno mi sono sentita presa in considerazione.
e vorrei quindi scrivere senza troppe paure che le donne più affascinanti al mondo avevano nasini non proprio alla francesina, dalla Callas a Audrey Hepburn....
comunque col tempo ci si abitua a lui, al naso intendo, e lo si trova bò quasi simpatico...
mi dispiace ma "lui" (il nonno non il naso) non viene al mare per due motivi sostanziali: odia il caldo e è troppo pudìco, non si metterebbe mai a petto scoperto e in pantaloncini, noi ad es. non l'abbiamo mai visto così, e lo turberebbero tutti quei petti in fuori tatuati...comunque grazie per l'invito!
e poi con chi gioca a carte?????
la giò

hrudi v. bakshi ha detto...

momentaneamente esente da epicondilite!

parò incù um suda la lèngua in bòcca!

giuditta ha detto...

ma la tassoni ghiacciata si trova all'hana bi?

diego ha detto...

@Hrudi V. Bakshi: quel tipo di sedia è più difficile da descrivere che da ricordare, fa parte della cultura romagnola!

Tali sedie le si possono ammirare in questa scena… ma la notizia sconvolgente è che io da piccolo ho passato estati al Bagno Zaira di Cesenatico ed ero lì quando l’hanno girata!

Sì, lo so, ho avuto un’infanzia difficile.

Hank ha detto...

@ Valentina: ma Tom Waits ha cantato sul serio "Over The Rainbow"? O la confondi con la "Somewhere" (tratta da West Side Story) che sta su (ehm) "Blue Valentine"? Non per fare il pignolo, è che Waits alle prese con "Over The Rainbow" mette a cuccia persino i Beasts Of Bourbon...

giuditta ha detto...

there's a place for us/somewhere a place for us (...)
Hold my hand and we’re half way there
Hold my hand
And I’ll take you there
Somehow
Someday
somewhere

... mammamia quella canzone...e la Sua voce...

Anonimo ha detto...

allora, il nonno tornò e disse "erc-bl" ahahaha cioè arco erc
baleno balen pronunciato alla romagnola cioè con le vocali strette... oddio è difficile da spiegare
la giò
io le ho presenti quelle sedie in ferro laccato di bianco un pò scrostato e arrugginito e ricoperte di filo di plastica verde che poi un pò si toglieva e si facevano dei nodi...

Anonimo ha detto...

nooooo non ci credoooooo
così sola così mattiniera così naiade
dio-mede....
però intendevo un'altra sedia io al circolo qui ce le hanno così...come ho detto io non come nel film... muoio dal ridere comunque...
certo che un'infanzia al bagno zaira .... ma lei chié?? che attrice è??
la giò
ah e riassumendo il vocabolario aveva ragione eravamo noi a non farcela, l a ragione.

giuditta ha detto...

no basta adesso c'ho waits con quelle "s" finali di us in testa...fa ancora più caldo.

hrudi v. bakshi ha detto...

diego, addirittura sul set!
infanzia infelice....reduce dalla visione sul grande schermo di "Mouchette, tutta la vita in una notte"...poteva anche andarti peggio!

Hank ha detto...

Basta pensare che quella canzone l'hanno fatta anche Barbara Streisand e Celine Dion (fortunatamente insieme, dunque ce n'è una sola), e passa tutto.

diego ha detto...

che è? siete in sciopero? non è successo nulla di delirante ieri sera?

Bright Eyes, tolte alcune pomposità, è stato davvero un bel concerto.

Anonimo ha detto...

DIEGO ONLY YOU CAN DO MAKE ALL THIS WORLD SEEM RIGHT!!

cisco ha detto...

pienamente daccordo con te diego, anche se le pomposità non sempre guastano!!!

adele ha detto...

dopo aver fatto ravenna-comacchio-ravenna-ferrara-ravenna in un solo giorno ero effettivamente a vedere bright eyes

concerto niente male, ma alla fine rimpiango di non aver festeggiato con i buatti un momento importante...

Buatti, no thanks ha detto...

il concerto di ieri sera è stato davvero orrendo!

SHY CHILD ha detto...

@CISCO: bravo Cisco! W la pomposità dei Klaxons! nu ravers che nn sei altro....

mr.crown ha detto...

bright eyes ha già da tempo sparato le sue cartucce migliori.

Hank ha detto...

Già, un po' ridondante ultimamente.

Omonimo ha detto...

e quali sarebbero state?

diego ha detto...

intendi quali cartucce?
non importa quali, mr.crown usa quella frase quasi sempre. Per quasi tutti gli artisti.
La cosa spiacevole è che ha quasi sempre ragione.

diego ha detto...

@Cisco: io sono l'ultimo degli esperti in materia Bright Eyes, ma credo che la bravura di Conor Oberst la si possa cogliere maggiormente con una band scarna ma efficace che con 15 elementi sul palco.
io preferisco l'essenziale. Insomma, per esempio, quelle due batterie...

ho apprezzato, nondimeno.

cisco ha detto...

io invece ho adorato le due batterie...ma sono altri canoni forse...comunque non deluso questo è già molto...buona giornata a tutti...

Gianni ha detto...

* Gianni avverte tutti di non preoccuparsi per la sua lunga assenza!
* Gianni ama molto Valentina e le sue ricercate parole, ma non intende limonare con lei al bancone del bar!
* Per il momento.
* Gianni si scusa per avere urtato la sensibilità civica di qualcuno, parlando delle macchinette infernali (Hana bi against etilometro).
* Gianni per tornare alla vita indice quindi il primo concorso "La pupetta preferita dell'Hana bi"!
* Trinity non è ammessa al concorso.
* Gianni non intende nemmeno limonare con la Len, perchè dopo i cinquepezzicinquedifila degli ArcadeFire, teme non abbia più fantasia.
* Gianni attende con ansia di conoscere le votazioni di "Miss pupetta preferita dell'hanabi", e soprattutto quelle di Cisco!
* La pupetta preferita dell'hanabi vincente, può limonare con Gianni!
* Gianni, per non turbare le femminili sensibilità, accetta di limonare anche con le pupette sconfitte.
* Chi non partecipa al concorso non è amico di Gianni.

Hank ha detto...

Dilemma morale: io desidero essere amico di Gianni, dunque parteciperei al concorso e indirizzerei la mia preferenza alla mia fidanzata. D'altra parte, non desidero affatto che la suddetta, vincente o sconfitta che sia, limoni con Gianni. Che fare?

Anonimo ha detto...

ah io non partecipo a concorsi a cui non partecipa la Vale, che è una delle ragazze più belle dell'Hana bi... se non la più bella per me!

la giò
che si può leggere anche come "non mi interessa essere amica di Gianni che ha pochi gusti condivisibili con me"

Gianni ha detto...

Gianni comunica la classifica provvisoria:
Punti:
1) Ragazza di Hank e Vale!

borguez ha detto...

...anche la cuoca non è male!
un voto per lei!

giuditta ha detto...

lunga stancante positiva giornata.

il mio voto a "La pupetta preferita dell'Hana bi" va a Gelo.

chris ha detto...

chris aggiorna la classifica:
1) ragazza di hank, vale e la cuoca

ieri festa bagnata e festaiola

cisco ha detto...

perchè soprattutto la mia gianni?! :)

cisco ha detto...

va bene va bene comunicherò al pù prsto gianni!!!

cisco ha detto...

...a proposito di HOWE GELB AND FRIENDS e se ci fosse anche CONVERTINO?! ho scoperto solo ora che ha recitato nel film Collateral (assieme a Joey Burns) nel ruolo di membro della El Rodeo Band, io non lo sapevo...figo. Me lo riguarderò per trovarlo in mezzo agli altri. buona serata.

valentina ha detto...

Giornata senza web per me, oggi... vedrò riassumere brevemente i miei pensieri:

@ Hank: su Tom Waits si può fregare la Vale ma non Hank. In effetti sono stata ingannata da un paio di articoli che citavano, erroneamente, Tom Waits come interprete di Somewhere over the rainbow!

@ hrudi v. bakshi: bellissima l’immagine dei nonni al circolo sulle sedie di plastica che chiedono “i gelati”. E’ molto significativa per me che visto che, quando ero bambina, mia madre aveva un circolo in campagna, ma non si chiama Cesarina.

@ La Giò: sei sempre super carina con me, però se Gianni ti avesse visto ieri sera forse ti avrebbe eletta subito Miss pupetta preferita dell’Hana Bi

@ Gianni: felice che ti piaccia la rubrica. Comunque io non infrangerei mai la regola numero uno dell’Hana Bi/Bronson e non oserei mai limonare né davanti né dietro al bancone del bar.

Infine anche il mio voto va alla cuoca, che passa in testa alla classifica!

Anonimo ha detto...

anche io voto per la cuoca che ora ha ben tre voti e non sarò felice finchè non vedrò Gianni un giorno e lovedrò limonare con la cuoca...
la giò
p.s.
dolce Vale... grazie... peccato che già oggi io abbia mangiato troppo e non sia in grado secondo me di infilarmelo quel vestito.. sigh..

Kekko ha detto...

tra parentesi: come vanno le selezioni per IL CRETINO DELLA FESTA?

Anonimo ha detto...

miss pupetta è len

missgelo ha detto...

giuditta...ti adoro mi hai commosso, il tuo voto vuol dire molto x me.

Ste ha detto...

Il Bright Eyes mi e' sembrato molto Dylan '70 che per certi versi fa piacere per altri stanca un pò..Cassadaga e' un album a mio avviso arrangiato e orchestrato molto bene ed e' stato molto corraggioso riprodurlo dal vivo con tutti quegli strumenti (forse a volte troppo pesanti)..La batterista a sinistra era Rachel dei Norfolk & Western, ex Decemberist e quella che suona nei dischi di M. Ward!
..Brava e umana JayMay!

Gianni ha detto...

* Gianni aggiorna la classifica:

3) Cuoca
1) Ragazza di hank
1) Vale
1) Gelo
1) La giò
1) Len

* Gianni, che non ha mai visto la cuoca, vuole precisare che limona solo con pupette in possesso di almeno 80% di denti PROPRI !
* Gianni precisa poi che nell'età pre-pensionabile non rientra ovviamente il concetto di pupetta!
* Gianni ringrazia Chris per aiutarlo nel tenere aggiornata la classifica!
* Gianni poi vorrebbe ricordare che i voti alle pupette dovrebbero arrivare dai ragazzi e che se le ragazze vogliono, possono organizzare un medesimo concorso.
* Gianni promette, data la manifesta superiorità, di non partecipare!

hrudi v. bakshi ha detto...

Valentina, i nonni al bar chiedono:
"dasim un gelati"
quando se lo divorano al circolo di nascosto dalla moglie!
"dam dù gelato"
quando lo portano a casa alla moglie come piccolo vizio di fine giornata, nel sacchettino bianco rischiando di cadere con la bicicletta di sera senza fanale!
...in ogni caso l'immagine dei nonni è quasi sempre bella!
hrudi v. bakshi

Kekko ha detto...

cazzo anche la mia morosa mi racconta la stessa patologia gelati VS gelato...

Anonimo ha detto...

e cosa dire della famosissima SPORCHIZIA?

diego ha detto...

Lo confermo, è il meraviglioso mondo delle anomalie singolare/plurale del dialetto romagnolo!
impellenza: hrudi v. bakshi deve aprire un blog educativo su tali questioni. Non può continuare a deliziarci una tantum!

Gianni, ragazze come la vale, la cuoca, borguez, sono inclassificabili... metterle ai voti è decisamente un atto che disattende la tua infinita galanteria!

gelo ha detto...

gianni posso rimanere nel concorso per pupette?
ti prego

cisco ha detto...

@ste: e la batterista di destra deve essere la sua donna!!! :)

Anonimo ha detto...

gelo se vuoi scambio il voto per la cuoca con uno per te--- tranqui sei in prima posizione...
la giò

hrudi v. bakshi ha detto...

la mia conoscenza del dialetto probabilmente va oltre la media, vuoi un po' per l'età vuoi un po' per il contatto giornaliero con persone che lo parlano!
..gli aneddoti, anzi "i neddoti" che conosco non sono poi così tanti da aprire un blog...diego se vuoi godi di queste piccole perle saltuarie

cisco ha detto...

il presiutto, la bonana e il vontolatore...una vecchia nonnina che ora non mi delizia più con queste parole....

Ste ha detto...

@ cisco: La solita raccomandata! Adesso capisco il perche' di 2 batterie! (mi sembra che qualcuno dicesse che e' una delle Sleater K..boh?)

cisco ha detto...

oddio ste io ero lontano e privo di occhialini da vista (di quelli normali dai quelli tutti uguali che però non ti fanno piangere gli occhi insomma :)ma non so forse poteva essere anche lei, abbastanza imponente capelli scuri...mah può darsi, in ogni modo può essere.

valentina ha detto...

A me fanno ridere la piedina, la trevisione, il pidariolo e le sfrappole con l'archemus

Anonimo ha detto...

e le maranzane

Hank ha detto...

"Archemus" è l'alchermes? Se sì, evviva i nonni e il dialetto. E Tom Waits, che si esprime in un dialetto romagnolo ineccepibile e canta "Over The Rainbow" e "Bela Burdela" sotto la doccia. Intendo infine precisare che non intendevo candidare la mia fidanzata, che mi ha detto "pupetta lo vai a dire a tua sorella" e ha votato per la cuoca.

Anonimo ha detto...

..E I 'POMIDORI', CHE MIO NONNO CHIAMAVA 'AL PANDORI',

IL QUALE QUANDO MI SCARROZZAVA SULLA 127 BIANCA, TENENDOSI GLI OCCHIALI SULLA FRONTE E SPORGENDOSI FINO AD ASSUMERE UNA POSIZIONE DA 10 CENTIMETRI DAL PARABREZZA, E DA DESTRA UN ALTRA MACCHINA TENTAVA DI INFILARSI CANTICCHIAVA UNA CANZONE CHE FACEVA PIU O MENO
" FERMATI O PASSEGGERO E IL CAPO INCHINA CHE ARRIVATO...IL RE DEL CARBURANTE"
(DIETRO LA QUALE C'ERA ALMENO 30' DI ANEDDOTICA SU UNO DEI PRIMI DISTRIBUTORI DI FORLI')
Fra

Hank ha detto...

Con un entusiasmo sospetto, peraltro...

Hank ha detto...

Ovviamente mi riferivo al mio commento, non a quello di Fra.

Ste ha detto...

mah..io ero lì davanti ma con la miamiopia poteva essere chiunque!

Kekko ha detto...

SEMAFORO

vs

SEMAFARO

vs

SEMAFERO

valentina ha detto...

L'archemus è come un paio di nonnine (di sicuro l'Irma e l'Elsa), chiamavano l'alchermes.
Credo che Tom Waits abbia dedicato la sua versione di "bela burdela" proprio all'Irma, tra l'altro.

Evviva Fra!!!!

Anonimo ha detto...

COMUNQUE ALLA FINE DEL CONCORSO CHIEDERO' IL RICONTEGGIO DEI VOTI,HANNO GIA' TROVATO DELLE SCHEDE A CASA DELLA CUOCA, NASCOSTE
DENTRO UNA COPIA DI "CHI" E di "SALE & PEPE".
Fra

Anonimo ha detto...

CIAO VALE!
A PROPOSITO DI SALE E PEPE, PAPPA TIME,
CIAO CIAO
ANZI, COME I BAMBINI,
TAO TAO!
Fra

Anonimo ha detto...

bè non è romagnolo ma mio nonno non vuole mettersi in testa che ha piantato dei pomodorini "cigliegini" e non come dice lui "cinesini"...
ho abbastanza anedotti sulle strampalature di mio nonno, che ha spirito pratico ma poco estetico (qua attorno a casa mia è una baraccopoli di baracchini per i polli o per tenere ferraglia vecchia dato che lui non si separerebbe da nulla...)
ne dico uno? nel mio cortile si arriva per una stradina privata che è in discesa, alla fine della rampa un giorno vediamo un ragazzo con quelle carrozzine a rotelle a batteria, arrabbiatissimo perchè la batteria era finita proprio lì, in mezzo al traffico.
c'era la macchina della polizia e ovviamente anche mio nonno che non siamo riusciti a trattenere dall'andare a curiosare e dire la sua (quando fa così, cioè sempre, lo odiooooo) a un certo punto sentiamo (noi a nostra volta spiamo le mosse del nonno che abbiamo paura sempre venga arrestato causa il suo alto tono di voce, e modo di fare sbrigativo da vecchio contadino, insomma non ha un atteggiamento passivo con nessuno tantomeno con la polizia) il sopradetto nonno che vuole lasciare una dichiarazione-suggerimento alla polizia.
dice che a suo parere quelle "macchinine" a rotelle a batteria non si vedono bene, sono poco visibili e rischiano incidenti, mentre se venisse applicata una bandiera dell'Italia alla carrozzina sarebbe meglio.(...........)
il poliziotto ride sotto i baffi per fortuna e non lo caccia a calci nel sedere, mentre il ragazzo sulla carrozzina è giustamente indignato perchè come si permette sto vecchio di dare un suggerimento che lo renderebbe ridicolo alla vista altrui???
mio nonno incalza, che è per il suo bene, che vivrà di più, e a questo punto il giovane comincia a dire che non gliene frega niente, che lui non vuole più vivere(!!!!!!!!!!).
bè questa è la vita di mio nonno, ogni giorno ne combina una e siamo disperati, ci fa morire dal ridere ma dobbiamo farlo di nascosto, se no ci da degli semi e cretini che non sanno stare al mondo...
la giò

gelovscuoca ha detto...

grazie gio accetto il tuo voto volentieri

gelo ha detto...

aggiungo: tofono liofante praticalmente

Ste ha detto...

Uei ciò! Cùs'el quèst..e bloag dael Pitèco?!

Anonimo ha detto...

sottolineo, non è termine romagnolo cinesini, lui, il nonno è romagnolo fino al midollo...
sì il blog del Piteco ormai...
tutto cominciò dall'arcobaleno però!
la giò

hrudi v. bakshi ha detto...

fettivamènt!

Anonimo ha detto...

giò aneddoto leggendario. stò ancora a ride

Gianni ha detto...

* Gianni si chiede se esistano foto della cuoca da qualche parte.
* Gianni si riserva di annullare il concorso vista la poca serietà dimostrata dai votanti.
* Gianni attende comunue impaziente di sapere la decisione finale di Hank e la scelta di Cisco.

Anonimo ha detto...

chris si paga ai giardini venerdi?

Anonimo ha detto...

pensandoci, io vorrei proprio invecchiare come i nostri nonni, che hanno vissuto in pieno la loro vita, con le loro battaglie e fatiche, ma con sguardo dritto sulla vita e sulle persone, sereni, al di fuori di mode etc, pur con le loro piccole manie.

su mio nonno pure ce ne sarebbero..
intanto era della "old school" (freccia inserita all'uscita e riposta solo rientrando in garage a sera).
arrivato a 90 per decisione unanime della famiglia gli 'confiscammo ' la uno, dopo un tamponamento tutto da ridere*
facendogliela passare come fosse distrutta, e per mesi continuava nostalgicamente a dire"la mia uno..am la SCIAZZE'.."

ma l'episodio più poetico fu ad una cena che organizzava ogni anno con tutti i parenti e nipoti quando rivolgendosi al cameriere ed indicando mia nonna sorridendo disse, in dialetto, "visto che casino abbiamo combinato io e lei?"

*dal verbale della polizia risultava che procedendo ai 30 lungo il corso principale teneva la portiera aperta e aveva fatto un 'laccio alla californiana' contro un auto posteggiata, senza ovviamente accorgersi di niente
Fra

Anonimo ha detto...

certo che l'idea della bandierina dell'italia sulla carrozzella mi ha fatto ridere parecchio!
grande
fra

diego ha detto...

Ora, tra le tante, non posso esimermi dal citare la battuta più storica di mia nonna.
Una battuta semplice che racchiude in se un sarcasmo illuminante...
diretta TV: da Costanzo un Pannella oltremodo deperito dall'ennesimo sciopero della sete si apprestava a compiere il gesto più eclatante, ovvero dissetarsi con la sua stessa urina. Nel momento topico, proprio mentre il Pannella si appoggiava il bicchiere alle labbra, mia nonna se ne uscì con la seguente freddura:
"Par mé la è aranzéda".

Mio nonno invece mi chiamava Tom Bosley,
non ho ancora capito perchè.

Anonimo ha detto...

Par mé la è aranzéda".
STREPITOSA.
Fra

chris ha detto...

domani ai giardini è ovviamente gratuito

chris ha detto...

cisco cci propi gnureiv!

Layeahyeahyeahs ha detto...

mio padre soffre di epicondilite ad entrambe i gomiti, è stato operato a tutti e due.

borguez ha detto...

*borguez è effettivamente contento che un suo incipit sul dialetto romagnolo abbia scatenato tante memorie e piacevoli ricordi.
*borguez è altresì convinto che Gianni dovrebbe fidarsi ciecamente e credere che la cuoca è effettivamente la più affascinante e ammaliante dell'HanaBi.
*borguez avrebbe anche lui un bel po' di aneddoti sulla vulgata romagnola, ma si limiterà a questa...
cosa vuoi andarci a dirci?
vuoi andarci a darci dei dispiaceri?

Anonimo ha detto...

borguez il top dei top
la giò

Anonimo ha detto...

ahahahhaha borguez sei un mito!

cisco ha detto...

uei chris tancmenza nencha te co-sto gnureive!!!!