venerdì, settembre 26, 2008

riding crop

forse non tutti sanno che a ravenna da anni, ere, eoni, campeggiano sui muri della città alcune scritte che fanno più o meno così:
king buzzo vi ucciderà tutti.
onestamente non so se siano ancora al loro posto, ma certo hanno resistito a lungo. non avrei mai pensato che king buzzo un giorno sarebbe arrivato fino a ravenna e men che meno che io fossi parte attiva in questa vicenda. tutto questo per dire che i melvins sono preceduti dalla propria fama e che la loro storia si confonde con la leggenda. l'ho detto e lo ripeto, ero un po' emozionato e allo stesso tempo onorato al pensiero che avrebbero inaugurato una nuova stagione di bronson. tensione che si è immediatamente dissolta nel nulla una volta parcheggiato il tourbus. infatti è stato chiaro fin da subito che si trattava di un gruppo di amici maledettamente educati e sempre pronti all'ironia a partire dalle richieste catering che inviano ai locali tanto per giocare a fare le rockstar.

king buzzo al bronson - photocoyote

anche quest'anno al bronson abbiamo continuato ad apportare modifiche e migliorie dal punto di vista tecnico e acustico e il confronto con una band del calibro dei melvins era decisamente sentito. tra l'altro come annunciato si sono presentati senza fonici per cui tutto il lavoro era sulle spalle dei nostri dario & duna. e così quando dario si è avvicinato a tin moss dei porn che svolgeva anche la funzione di tourmanager per discutere la scheda tecnica, ho assistito ad un'altra scena irripetibile. ho udito con le mie orecchie tim che gli diceva: questa che vi abbiamo inviato è solo una traccia, voi conoscete il vostro impianto, voi conoscete meglio di tutti l'acustica di questa sala quindi sicuramente saprete fare meglio di quanto non potremmo noi. ve lo giuro, una cosa del genere non si è mai verificata in precedenza nè mai si ripeterà. si è lavorato nella massima armonia e l'altra sera il sound era ottimale e i melvins hanno spaccato nella loro nuova versione con doppia batteria a specchio.

Coady Willis & Dale Crover - foto by critic-1

ma la serata ha subìto una svolta decisiva a porte chiuse e luci accese mentre ci si salutava brindando e dale crover mi stava raccontando come veste sua figlia per la festa di halloween. proprio in quel momento king buzzo fà suo il frustino che avevo lasciato tutto il giorno a fianco del banco mixer. un frustino che ha usato trinity qualche volta in consolle per giocare con i suoi ospiti, un frustino che era ricomparso nei giorni scorsi di grandi manovre e pulizie. un frustino che il mio sesto senso mi diceva che i ragazzi avrebbero apprezzato. un frustino che buzz osbourne lo sguardo gli si illumina e inizia a sperimentare prima sul tecnico delle chitarre e poi su tutti gli altri. tim e dale mi guardano e mi dicono: non sai che cosa hai combinato, il viaggio fino a milano sarà molto divertente e tutti ci ricorderemo di questa serata...


king buzzo vi frusterà tutti

ancora una volta.




nb: domenica arrivano i notwist e si cambia genere ma di certo sarà un'altra serata indimenticabile. porte h21. biglietti ancora disponibili

6 commenti:

Kekko ha detto...

come sempre: mi dispiace di aver visto e sentito solo quel che han visto e sentito tutti. ma penso che sia stato abbastanza e un po' sto male all'idea che non suoneranno anche mercoledì prossimo.

Anonimo ha detto...

questa sì che proprio una bella storia!

Anonimo ha detto...

questa sì che è proprio una bella storia!

valentina ha detto...

meglio di così non si poteva iniziare! io mi sono divertita moltissimo mercoledì sera.
poi i momenti più divertenti e surreali del bronson, i miei prefertiti, nascono sempre quando si accedono le luci... maledetti lavori che ti obbligano a svegliarti all'alba!

P.S. bello il nuovo bronson, sembra quasi più grande, anche se l'altra sera ad un certo punto ho pensato di essere dentro una serra tropicale..

adele ha detto...

chris sono molto felice di leggere queste cose, è stato l'ennesimo regalo per il pubblico ma soprattutto per te, una volta tanto...anche se non c'ero riesco ad immaginare quanto deve essere stato bello.

io ho trovato una casa splendida qui a barcellona e ancora non ci credo, dopo 3 giorni di ricerche ossessive e depressione.
ho anche conosciuto i miei futuri capi e tutto si sta sistemando molto meglio di quello che mi aspettavo.

adesso però non vedo l'ora di tornare per i Notwist, in qualsiasi condizioni sarò una volta scesa dall'aereo, sarà una gran serata.

vi abbraccio tutti, a domani!!

Ale ha detto...

torno dopo un po perchè il pc esplose-.-"

concerto più che incredibile.
dopo un pelo di sconcerto iniziale causato dal signore con la barba dei porn...

il resto della serata è stato immenso!!

p.s il giorno dopo a lezione è stato dura sentir qualcosa ma sicuramente non si poteva fare altrimenti ahahha