lunedì, marzo 23, 2009

TRANSMISSIONS 25/28MARZO

quello di vic chesnutt con elf power verrà di certo ricordato come uno dei picchi più commoventi e avvincenti dell'esperienza bronson. c'era gente, anche tanta, ma davvero mi aspettavo ancora di più. chi c'è ha sempre ragione e conserverà un ricordo prezioso. sarebbe stato perfetto per adele che però è ancora in spagna. un saluto a mauri che ha trovato il passaggio giusto e non se lo è lasciato sfuggire. un ringraziamento a ste che è stato un prezioso cicerone

the little fucker & ste


TRANSMISSIONS è finalmente alle porte. è il più importante impegno organizzativo e progettuale di questi anni di bronson produzioni. dedicato al suono: origini destrutturazioni confini. lo abbiamo presentato in conferenza stampa questa mattina e ora tocca a voi. buon divertimento.

avventure nella musica contemporanea
anno due 25/28 marzo

Blixa Bargeld – Fennesz – KTL – Oren Ambarchi - Orthographe – Dario Neri - Punck – Black Fanfare – Lorenzo Senni – Juglandacee

Programma

Mercoledì 25 marzo
Nobodaddy/Teatro Rasi – Ore 22
Blixa Bargeld
(einsturzende neubauten)
“Rede Speech”
porte h20 ingresso 15
ascolti: trinity




Il berlinese Blixa Bargeld, leader dei leggendari Einstürzende Neubauten nonché ex chitarrista dei Bad Seeds di Nick Cave,è un personaggio che sin dagli anni 80 lascia un segno cruciale nella storia della musica contemporanea.

Rede/Speech è uno spettacolo teatrale-sperimentale, in cui si esplorano i confini del linguaggio e della musica. Microfoni, effetti, pedali, un paio di altoparlanti ed un mixer di fronte al palco; basta solo questo, a Blixa Bargeld, per creare manipolazioni vocali e suoni stratificati e complessi, in cui confluiscono trame ambient e sferragliate noise cupe e claustrofobiche, insieme a parti più morbide ed eteree. Una performance puramente linguistica, basata sulla emissione, registrazione, iterazione e sovrapposizione di sillabe, parole, frasi e vocalizzi. Se Blixa con i suoi Neubauten recupera e riutilizza materiali di scarto per (de)costruire nuova musica, qui, in questa azione, egli riesuma parole dimenticate e prive di significato, suoni viscerali che solo la sua anima profondamente berlinese può emettere.



Giovedì 26 marzo
Fargo Cafè – dalle 18 transmissions Dj set (morphine)

Galleria Ninapì – Ore 21
Orthographe – “Fuoco bianco su fuoco nero”
Dario Neri – “Macchine Sonore - Vibrazioni acustiche di strutture metalliche complesse"
Oren Ambarchi – “In the Pendulum’s Embrace”
posti limitati. consigliata prenotazione. 333 5744309
ingresso 10

Parte dalla tradizione, Oren Ambarchi. Chitarra, percussioni. Riformulare, trasformare, andare oltre sono però nel tempo diventati il suo credo, tanto che i suoni finali hanno ben poco di tradizionale, di comune, di previsto. C’è una tensione misteriosa e inafferrabile nei lavori di questo australiano coccolato dai maggiori personaggi della scena doom e di ricerca (Sunn O))), Fennesz), e l’ultimo solista, “In the Pendulum’s Embrace”, ne è lo splendido vessillo. wire lo definisce un "investigatore sonico"

Dario Neri è polistrumentista nonché tecnico del suono di lunga esperienza, il quale ha dato vita da qualche tempo ad un originalissimo progetto personale chiamato “Macchine Sonore”. E’ nel 2003 che Dario dà inizio allo studio sonoro su materiali metallici che è alla base di “Macchine Sonore - Vibrazioni acustiche di strutture metalliche complesse". Slegato dall’ascoltatore, dal suo meccanismo uditivo, dalla percezione sonora e da sensazioni che derivano dall’interpretazione personale, un suono, secondo Neri, è prima di tutto un suono. Unico per ogni sorgente sonora. Vibrazioni di corpi metallici, scelta delle forme, composizione chimica delle leghe determinanti unicità sonora, studio dei gradi di libertà, curiosità e casualità nell’esplorazione sonora di strutture metalliche complesse, sono tutti gli elementi messi in gioco. Caratteristica di ogni materiale è un suono "proprio" e la ricerca, nella costruzione di "Macchine Sonore", è dargli la possibilità di essere udito. L’idea, per il musicista romagnolo studioso di Fisica Acustica, nasce dalla curiosità di esplorare il suono delle vibrazioni meccaniche di materiali metallici di diverse forme, enfatizzando ed amplificando armoniche proprie dei materiali studiati, ma vicini alle soglie dell’udibile umano.

Orthographe (Alessandro Panzavolta, Angela Longo) è una compagnia romagnola nata nel 2004 attorno al lavoro di ricerca sui dispositivi ottici applicati alle arti visive, performative e teatrali. Il nome del gruppo deriva dal loro primo spettacolo, “Orthographe de la physionomie en mouvement”, una creazione per la Biennale di Venezia 2005 scelta dal direttore artistico Romeo Castellucci. “Fuoco bianco su fuoco nero”, il nuovo progetto degli Orthographe (luce di Alessandro Panzavolta e suoni di Lorenzo Senni), è stato finalista del “Premio Internazionale della performance”.


ambarchi/o'malley

Venerdì 27 marzo
Fargo – dalle 18 transmissions Dj set (o'malley)

Galleria Ninapì – Ore 20
Orthographe – “Fuoco bianco su fuoco nero”

Bronson – Ore 21.30
Punck presenta “Red Desert Chronicles”
Fennesz presenta “Black Sea”
special guest: Peter Rehberg (ktl - editions mego)

dopo il concerto la serata continua con
Black Fanfare – Dj set

prevendita consigliata


“Black Sea”, infine, ultimo lavoro dell'artista austriaco, si presenta come la più profonda testimonianza della sua emotività e della sua poetica: le levigate ricercatezze linguistiche contaminate dal glitch e dall'industrial "ambientale" degli anni '60 di Endless Summer (già smussate nell'altro gioiello Venice) vengono qui azzerate del tutto permettendo agli istinti basilari di esprimersi nella maniera più spontanea possibile; il risultato non è nient'altro che una musica atmosferica, intensa e riverberata, una musica che non si limita a sperimentare concettualmente come accadeva nei precedenti lavori (di cui comunque viene qui ricalcata la sintassi formale ed espressiva) ma che, durante il suo scorrere, lascia fluire tutta la sua essenza più onirica ed eterea.

Punck è lo pseudonimo di Adriano Zanni, genio emergente di lap-top e field recordings. I suoi esperimenti sui suoni in presa diretta, i video rarefatti, la commistione di tecniche ne hanno fatto un sorvegliato speciale della stampa specialistica internazionale, prodiga di apprezzamenti anche in occasione dell’uscita del nuovo album, “Piallassa (red desert chronicles)”, rigoroso concept sui luoghi che hanno ispirato il Deserto Rosso di Michelangelo Antonioni.

Dietro lo pseudonimo Black Fanfare si cela il giovane Demetrio Castellucci, nato nel 1989 a Cesena. Dal 2004 Demetrio ha iniziato a creare e a curare il tessuto sonoro dei Balli della Stoa di Cesena, progetto che lo ha portato ad elaborare un vero e proprio dialogo con il gesto coreografico. Dopo aver fatto parte del gruppo di elettronica melodica e vocale Icon Icon, Castellucci diventa Black Fanfare, in cui sia le performance live che i dj set fondono retaggi post-punk con l’avanguardia più pura.


Sabato 28 marzo
Fargo – dalle 18 transmissions Dj set (kekko)

Galleria Ninapì – Ore 20
Orthographe – “Fuoco bianco su fuoco nero”

Bronson – Ore 21.30
Lorenzo Senni – Solo electronic set
Juglandacee - Riccardo Baruzzi (turntable), Enrico Malatesta (percussioni) e Lorenzo Senni (laptop)


KTL presentano “IV” – UNICA DATA IN ITALIA
Stephen O'Malley: Guitar
Peter Rehberg: Computer & Synthesizer

prevendita consigliata


E’ dal genio visionario di Peter Rehberg (anche conosciuto come Pita) e Stephen O’Malley (fondatore dei SUNN O))) insieme a Greg Anderson) che nel 2006 nascono i KTL, un’incursione nel noise e nella computer music quanto nel black metal, volta a creare atmosfere vagamente inquietanti, enigmatiche e profondamente evocative. “IV” è il loro nuovo album, un lavoro in cui il contrasto sonoro ed emotivo tra il buio e la luce raggiungono una forza inedita.

LORENZO SENNI
Lorenzo Senni è autore di un potente e astratto flusso di computer music estrema. Fondatore dell’etichetta Presto!? Records, produce musica elettronica, elettro-acustica e sound art per conto di artisti di calibro internazionale.

JUGLANDACEE
Juglandacee è un trio di improvvisazione elettro-acustica che comprende Riccardo Baruzzi (turntable), Enrico Malatesta (percussion) e Lorenzo Senni (laptop). Questo progetto concentra diverse influenze derivanti dai diversi campi di azione da cui proviene ognuno dei componenti: dal minimalismo elettro-acustico, alle sfuriate noise fino a paesaggi di free jazz dilatato. Tutto il dinamismo dell'improvvisazione radicale.
www.myspace.com/juglandacee


A seguire:
Indie Electro Sessions


Nelle giornate di venerdì 27 e sabato 28 sarà a disposizione del pubblico
una navetta gratuita per recarsi dal Fargo e dalla galleria Ninapì verso Bronson e ritorno
info 3332097141

bronson - via cella 50 - madonna dell'albero - ravenna
teatro rasi - via di roma 39 - ravenna
galleria ninapì - via pascoli 31 - ravenna
fargo cafè - via girolamo rossi 17 - ravenna

27 commenti:

Kekko ha detto...

hell-of-a-settimana. primo. voglio mi sia offerto da bere un boccolo di stephen o'malley.

mauri ha detto...

eheh mi hai convinto tu venerdì sera al fargo chris, e ti ringrazio per questo ;)
"La speranza è vedere Vic Chesnutt a fine concerto che se ne va felice sulla sua sedia a rotelle, tra due ali festanti di folla."

syrupoftears ha detto...

kekko, venerdi ce anche renato ;)

Kekko ha detto...

"franci". lo so che c'è, dorme da me. :)

Ste ha detto...

Galla Placidia, the beautiful empress..

diego ha detto...

...best cicerone ever!

Cosa c'è sta settimana che non ho ben capito? ;)

chris ha detto...

diego: transmissions
avventure nella musica contemporanea.

Morphine ha detto...

ma veramente o'malley fa un dj set al fargo?

Kekko ha detto...

quando i bambini fanno (o)))...

Kiarina (BO) ha detto...

ciao cris! transmissions mi ispira assai....

chris ha detto...

morphine: davvero non lo so, ma quando venne con sunn insisteva per fare anche djset. visto che è qua non lo escludo. di sicuro passeremo con tutti a fare aperitivo

kiarina: dai organizza una spedizione

trinity ha detto...

meno uno... BLIXA a ravenna!!!
Incredibile!!
a domani

Adele ha detto...

già...sarebbe stato perfetto per me...e so bene di aver perso qualcosa di eccezionale...ma non posso avere tutto, era il tempo di vedere madrid...e questa settimana di godermi tutto quello che posso e lasciare andare la vita che è diventata così mia qui...
ma so che starò bene anche in italia...soprattutto grazie a voi...
peccato perdere anche transmissions, spero che abbia il seguito che merita...
a prestissimo

chris ha detto...

ciao adele. ti aspettiamo. per micah?!

per il resto ci siamo. parte TRANSMISSIONS. questa sera al teatro rasi porte h20. ascolti by trinity e inizio spettacolo alle 22. biglietti disponibili

nonhosonno ha detto...

Secondo te venerdì si riesce a fare la doppiettra Babilonia Teatri/Rasi e Fennesz?

Dai, dimmi di sì...

gagaryn ha detto...

si intende da un punto di vista organizzativo, non psichico...

chris ha detto...

nohosonno: si secondo me la doppietta si riesce a fare. direi punck 22,30 e FENNESZ a seguire

Hank ha detto...

Con navetta dal Rasi? :-)

chris ha detto...

blixa ha sorpeso un po' tutti.
non si poteva iniziare meglio direi.

questa sera transmissions si sposta alla galleria ninapì. ricordo che i posti sono limitati.

dalle 18 aperitivo e dj set al FARGO con morphine

diego ha detto...

grande Blixa.
mi sembra che la risposta di pubblico ci sia stata, e di ciò non si può che essere contenti.
per il resto, di tutto mi aspettavo da Blixa tranne che fosse anche un grande cabarettista!

Ste ha detto...

ci sono ancora posti x stasera?

chris ha detto...

ci sono ancora posti ma prenotate che comincia riempirsi sul serio

333 5744309
333 2097141

chris ha detto...

bellissimo clima questa sera alla ninapì. sorprendenti le macchine sonore di dario neri, devastanti i drones di oren ambarchi. orthographe replicano anche oggi e domani all 20.

e ora prepariamoci ad accogliere fennesz. christian fennesz.

Kekko ha detto...

davvero una bella serata quella di ieri, bilancio molto molto positivo. Oren in maglietta Hellhammer=stare bene.

chris ha detto...

e quella di oggi ?!
questa sera si chiude in bellezza con ktl poi avremo modo di tornare in modo approfondito su questa edizione di transmissions

Hank ha detto...

Gran Festival, con menzione speciale per Orthographe, Dario Neri, Fennesz, il Long Island e soprattutto la navetta, fichissima.

chris ha detto...

hank: una navetta tutta per te. tutti mi chiedevano chi fosse il tipo che aveva un autista una giovane avvenente assistente e una navetta solo per sè. il manager di keiji haino forse...