lunedì, aprile 27, 2009

minchia, p hinson!

il ritorno di micah, la fine della stagione bronson protocollo 08/09 non possono passare senza commenti.




micah paul hinson ci ha omaggiati con un gustoso fuori programma al FARGO per poi regalare al bronson tutto uno show m e m o r a b i l e. due ore piene dense di emozioni, ironia, grida sguaiate, monologhi surreali, momenti elettrici acustici commoventi divertenti. tutto quello che potevamo sperare e anche di più. il pubblico delle grandi occasioni in devoto silenzio cercando di carpire ogni nota ogni sfumatura ogni parola. ne siamo usciti spossati e rigenerati felici e orgogliosi di essere arrivati fino a qui. sì, è vero, viene da pensare al grande vecchio bob (dylan), e no: non è un'eresia. l'estrema consapevolezza, l'ironia la profondità la superficialità l'indolenza dietro quella faccia da bambino dagli occhietti furbi. quegli arrangiamenti tutti diversi, l'intonazione che viene e che va, quelle improvvise sfuriate elettriche quel gusto da cantastorie rispettoso della tradizione degli avi. avulso da qualsiasi schema, zingaro, schiavo degli antidolorifici (ma qui torna in mente cash a dire il vero), amante di pensatori moderni come frank miller e alan moore. nel mio immaginario micah p. hinson incarna l'icona del punk. sbarazzino e negligente.



poi sono state ancora una volta indie electro sessions, ancora balli e avventure per chi è stato con noi tutto questo tempo. grazie.

5 commenti:

cecca ha detto...

davvero un numero uno!

stu ha detto...

beh,adesso sappiamo anche per cosa sta la P.

Adele ha detto...

vedere Micah al fargo è stato davvero emozionante...una situazione molto familiare e intima, un regalo unico...
nel concerto poi non si è affatto risparmiato, credo abbia davvero dato tutto ciò che poteva...
una persona straordinaria, ogni volta è una fortuna poter essere lì davanti, in ogni caso.
qualche foto.
grandissima chiusura...

Hank ha detto...

Minchia P(allico) Hinson. Giù (ahem...) il cappello.

Kekko ha detto...

per me strepitoso, inarrivabile. lo stop sul primo pezzo con il bronson CONGELATO è stato uno dei momenti di musica dal vivo più belli a cui abbia mai assistito. il finale ancora meglio, micah che sbagliava e recuperava, che urlava come un pazzo e tutto il resto. la versione di tell me it ain't so aveva qualcosa degli shellac. mi ha sbaragliato. so che non è un concerto per tutti i gusti...

dispiace che sul finale molta gente avesse già deciso di essere "party" facendosi i cazzacci suoi ad alto volume, ma va bene tutto.