venerdì, luglio 10, 2009

from the roof into the adriatic

quest'anno davvero non c'è stato molto tempo per soffermarsi sui report dedicati alle avventure di un'altra estate (estate?!) sulla nostra spiaggia.
ci ha pensato arturo sulle pagine di rumore di questo mese (the pains of being pure at heart) e molti di voi tra flickr twitter facebook blog youtube e quant'altro. ma qui sul bollettino ufficiale eccetto qualche scatto devo ammettere di essere stato sopraffatto dal susseguirsi degli eventi. poi capita una serata con howe gelb e la luna piena e un'altra subito dopo tra tempesta e follia, pazza avventura con gli i'm from barcelona e non riesco proprio ad esimermi dal mio dovere di cronista di parte.

gli svedesi alle prese col racchettone

viaggiano nella notte da innsbruck, arrivano al mattino. vogliono godersi per intero la loro giornata in spiaggia, vogliono iniziare col mojito a colazione. come biasimarli.
ultimo a scendere dal bus emanuel esattamente come da copione nel suo ruolo di leader.
emanuel: ehy good to see you. come va?
chris: tutto bene. qui è tutto come al solito, sapete come muovervi.
emanuel: è esattamente quello che speravamo

soundcheck
cena

tutto procede liscio tra racchettoni pasta mojitos bagni scottature wi fi. poi soundcheck e cena. piove su tutta la regione e le chiamate alla linea info sono asfissianti.
si fa, certo che si fa. come osate dubitare. poi verso le 21 guardo il cielo oltre la tettoia e ci prepariamo al peggio.

l'ultimo scatto prima del disastro

questa volta a differenza del solito non c'è scampo, la furia degli elementi si scatena su di noi. sono attimi concitati, cerchiamo di salvare il possibile.
il bar e l'impianto su tutto. forse per la prima volta da quando vivo sotto la tettoia lo sconforto inizia a farsi largo tra i miei pensieri. vado da emanuel per un consulto.
mi dice: tu sei il boss tu sai certamente cosa è meglio. noi facciamo quello che dici tu. siamo pronti. iniziamo, se necessario interrompiamo. e poi ricominciano. sarà comunque unico.

a questo punto torno quello di sempre, carico e determinato. in meno di mezzora è di nuovo tutto operativo e funzionante. grazie a tutto il fantastico staff hana bi.
grazie a tutti voi che non siete fuggiti che avete continuato ad arrivare in massa, che ci avete creduto fino alla fine. grazie ad arturo che ha continuato a spinnare dischi come fosse in una bolla mentre attorno tutto impazziva.



ultime raccomandazioni
c: emanuel, forse è meglio che questa volta non sali sul tetto. è pericoloso, è tutto bagnato.
e: io vado lo stesso, mi faccio un whisky e vado.
c: ok ci vediamo lì allora. un laphroaig anche per me. grazie.

che la festa abbia inizio

il resto è storia a questo punto.
si parte dal tetto e si arriva in acqua.

e in mezzo la festa i cori i palloncini la len che canta dalla prima fila, merighi che imbraccia la chitarra e chiama l'attacco one two three four...
tutto come da copione e anche di più. tutti a cantare e saltare e battere le mani. stare bene dite voi. e ognuno avrà la sua versione da raccontare.

noi e voi

seguo la processione verso il bagnasciuga a fianco del parrocco, al telefono con la flavia che non crede che il suo fabio (merighi) abbia veramente suonato con gli i'm from barcelona. fa freddo e in acqua finiscono solo i matti svedesi. ma devo raggiungerli. glielo devo. come da tradizione io ed emanuel completamente fradici ma vestiti ci stringiamo la mano sotto la luna.
see you next year.
perchè non si pasticcia mai con una serie positiva.

missione compiuta

due cretini


tutte le foto dopo la mia ultima sono di luca sartoni. grazie

16 commenti:

Lunarpunk ha detto...

hana bi rules

Met ha detto...

Come ci si poteva perdere un concerto del genere????????

cecca ha detto...

FANTASTICO!!!!

Adele ha detto...

sarà l'ora, ma mi sono commossa.
belle foto. bella gente.

elisa ha detto...

la GIOIA!!!

francesco ha detto...

la lotta contro il "tempo"...gran serata

len ha detto...

"se ti butti mi butto anch'io" (op.cit. leggermente modificata dal Titanic: "giù tu giù io"!)..

Giorgio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giorgio ha detto...

dopo i black out, le tempeste, i mega tourbus ecc anche questa volta ce l'abbiamo fatta... i Black Angels sulla spiaggia però non me li perdo... eheh Giò

Giorgio ha detto...

a francè nella foto sembri thomas milian che fa un cinese, ahahahah

francesco ha detto...

grandiosi.

e infiniti ringraziamenti a coloro che si sono immolati sotto il diluvio per salvare palco, ampli, mixer.

chris ha detto...

e oggi APERIMERIGHI vs APERIBRISCHIA

Alex.Strokes ha detto...

Grazie di tutto a tutti quanti!

gecco ha detto...

io sono arrivato quando tutto era oramai finito...

franz ha detto...

gran bella selezione domenica
finalmente!...

diego ha detto...

stasera mi aspetto un gran bel concerto... intanto ho prenotato una dozzina di posti a cena.