mercoledì, aprile 09, 2008

holly golightly & the brokeoffs

vorrei poter spendere tempo e parole per presentare degnamente la serata di venerdì 11 aprile perchè dopo oltre 15anni di carriera arriva finalmente in italia un altro personaggio di culto e inizia proprio dal bronson: holly goligthly in compagnia di lawyer dave (the brokeoffs). e davvero è un peccato doverla liquidare in poche righe. i meno attenti dovrebbero ricordarla prestare la voce ai greenhornes nel brano cardine della colonna sonora di broken flowers: "there is an end"



il suo ultimo disco è entrato addirittura nella top ten 2007 dei crownicles. garanzia di qualità

Holly Golightly strizza l'occhio ai Kinks e Willie Dixon.
Una sana attitudine punk, un amore per il garage crudo e immediato, mutuato dal mentore Billy Childish (con il quale ha condiviso anche un album), vera leggenda underground inglese, e affinato con il mitico quartetto femminile delle Headcoatees. Alcune pose da chanteuse e una nuvola di nicotina a dare il benvenuto a qualche ballata acustica. Maneggia abile la chitarra e canta da “tuff chick” e, insomma, è un bel tipino che noi europei immaginiamo di poter trovare ovunque in America. incidere per damaged records e sympathy for the record industry che non può che rafforzarne il culto



Ha aperto concerti di White Stripes (dove compare come cantante in un brano di Elephant intitolato “Well It’s Thrue That We Love One Another”), Mudhoney e Rocket From The Crypt.

nel nuovo album, “You Can Buy A Gun When You’re Crying” (Damaged Record questa volta), in combutta col fidato Lawyer Dave, Ritroviamo sonorità che non invecchiano mai, classiche ed eleganti come gli abiti sfoggiati dal duo in copertina e sorrette dalla medesima primitiva solidità dell’apparecchio radio raffigurato nell’interno. Non passa mai di moda questa musica, perché impermeabile ai trend, a condizione che sia eseguita da chi ne ha conoscenza diretta. Il disco suona come un folk domestico, come qualcosa che ti distrae dalla teiera che fischia e ti fa inginocchiare sotto lo stereo a cercare quel vecchio vinile di gospel vinto a un banco di beneficenza. Benvenuta Miss Holly, eccoci qua. Assaporatela senza aver paura delle spine: Holly e Dave si sono premurati di toglierle per noi.



e così per il dj set ho pensato di riproporre la splendida coppia dei pullen che ci delizierà anche dopo il concerto tanto per fare due salti nell'aria rarefatta di un bronson al venerdì.
porte h21,30. ingresso 12 e gratuito dopo il concerto

16 commenti:

Kekko ha detto...

batida!

Anonimo ha detto...

viva i pullen!!

chris ha detto...

davvero

Anonimo ha detto...

sul serio!

Anonimo ha detto...

of course

Anonimo ha detto...

I top con chris. Vale.

Anonimo ha detto...

Venerdi gran live mi sa.

Anonimo ha detto...

..ZZZZZO PULLO CHE FIGO.

Hank ha detto...

Grazie, adoro Holly Golightly.

P.S. Urge comunicazione di servizio, Moloch: domenica si mangia? A pranzo e cena? Anche se piove?

Hank ha detto...

"Anche se piove" era per scaramanzia, ovviamente.

giudit ha detto...

domenica pranzo al sacco!!

pullo ha detto...

Chris che ne dici di sfidare tutte le band che vengono al bronson(non di sabato) a calcetto dalle due di notte in poi..?!!


Io ci sono.

pullo ha detto...

Domenica pranzo al sacco giuditt, crema solare, bermuda, occhiali, una palla, tanta voglia di ballare fino al tramonto...aspettando il super caldo!!!!


Prima doppietta BRONSON!!!!

chris ha detto...

sì noi ci organizzeremo con le colazioni, piade e panini.
poi buffet dalle 16.
in serata vediamo, magari qualcosa da mangiare si fa.

il ristorante apre ufficialmente domenica prossima.

adele ha detto...

ci sarò!! il venerdì al bronson sarà il mio sabato!
(insomma, dovrò fare la persona seria ed evitare di fare il dritto, chissà?!)

quindi mi raccomando, pullen: vogliamo ballare! confido su di voi

ci si vede sotto il palco...

chris ha detto...

credo proprio che i pullen non deluderanno.