mercoledì, giugno 04, 2008

the dumb in the rain

pubblico solo ora questo post che avevo scritto di getto dopo il concerto dei liars al bronson

ho un debole per i liars, da una parte perchè sono uno dei rarissimi progetti compiuti del terzo millennio, dall'altra perchè sono persone speciali, ma soprattutto perchè spaccano il culo. ultimamente non ci si può davvero lamentare, nell'ordine: six organs of admittance bill callahan black mountain e liars appunto. nessuno di questi ha deluso anzi, ognuno è andato oltre le mie seppur alte aspettative. parlo di qualità, non certo di affluenza che comincia ad essere un po' il tormentone di questo 2008. ne parla come sempre a modo suo art. è di questo che voglio parlare non certo del perchè bill callahan non è sceso dal palco a baciare in fronte i suoi fedeli, non certo del perchè ben chasny non suoni come marc ribot, nemmeno del perchè i black mountain amino dilatare così i loro brani fino a perdersi in altri mondi, nemmeno capire se angus julian e aaron siano effettivamente di questo pianeta. di sicuro si sa che il quarto elemento jarret suonava negli young people. con aaron ha formato gli skull skull un po' tipo prurient e giffoni tra noise e drone.


fine maggio è il periodo peggiore per organizzare e proporre concerti, seppur il più denso in corrispondenza dei primi grossi festival europei. non sai mai se organizzare all'aperto o al chiuso e la gente è spossata da una stagione comunque intensa. avevo capito da giorni che con liars sarebbe andata così, meno di 200 anime per una delle band simbolo di questo percorso bronson produzioni.
per una buona mezzora forse più ho meditato di abbandonare. al terzo brano in scaletta sono andato dal fonico e gli ho chiesto di alzare il volume, i liars stavano già sputando sangue nella fornace del bronson. non ci hanno pensato nemmeno un attimo a risparmiarsi. e allora nemmeno io , che il sabba abbia inizio. chi c'è c'è chi non c'è cazzi suoi.
concerto dell'anno con quello di michael gira. ad aprire ancora una volta un set impeccapile di punck, tanto che gli farei introdurre tutti i concerti.

nel frattempo l'incazzo è un po' sfumato grazie anche ad un week end perfetto di stile e delirio, mentre ieri davvero deludenti i canadesi no kids.
la notizia però è un'altra. i liars saranno di nuovo all'hana bi in questa non-estate mercoledì 9luglio. non credo che sopporterei una seconda delusione.

20 commenti:

diego ha detto...

soprattutto spaccano il culo. soprattutto sì.

il 9 luglio andrà meglio... e non dico sopra il (non)palco, ma sotto.

chris tieni duro o è davvero la volta buona che emigro in spagna!

delso ha detto...

bravo chris che mi dici le cose con il giusto tempo. Così il 9 luglio si farà il solito parma-ravenna, magari caricando qualche testa quadra. Ed il polase utilizzato per smog e liars nella fornace lo serbo solo per will.

elena ha detto...

figata!

delso, carica qualche testa quadra e un bel po' di bagoloni...

liars! liars! liars!

diego ha detto...

bagolo is the reason.

Anonimo ha detto...

poveri no kids

ele ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ele ha detto...

cavoli, sono troppo contenta! io e a. non potevamo proprio esserci giovedì scorso, e non sai quanto ci è dispiaciuto (io in verità mi sarei mangiata le mani, addirittura :P).
ma il nove luglio ci siamo di sicuro.

quanto al pubblico che non è stato numeroso come speravi/aspettavi.. non so, la mia sensazione è che i liars non siano un gruppo da grandi(ssimi) numeri. almeno qui in italia.

e ad abbandonare non pensarci nemmeno! come caspita facciamo, altrimenti. soprattutto io, che mi sono definitivamente trasferita dalla toscana, dopo anni di pendolarismo, anche per la bella musica live che dalle mie parti manca :) e guarda, una versiliese che preferisce (quasi, ehm) la riviera romagnola.. è una specie di miracolo, ecco. :)

chris ha detto...

PUMP UP THE VOLUME !!!

Anonimo ha detto...

CHRIS NON MOLLA MAI!!!
by Cecca

Rapido ha detto...

secondo me, anche Chris, ogni tanto al Bronson, nei momenti di delirio, molla!

punck ha detto...

Oh Chris...ti prendo in parola..facciamo un contrattino annuale....:-)

dai tieni botta.

elena ha detto...

bagolo rulez.

AnaNDa ha detto...

ciao ragazzi, vi ho inviato anche una mail, fatemi sapere non appena l'avete letta!

Anonimo ha detto...

chris non molla, leggete l'intervista sul mucchio!!! by cecca

giudit ha detto...

LIARS AGAIN!!!!
YEEEEEEEEEEE!!!!
io sarò disoccupata e rilassata e non mancherò!


ps. a me i poveroni No Kids mi sono piaciuti, nel loro genere. mi piaceva soprattutto il batterista bruttone super sciolto che beveva birra direttamente dalla brocca tra un pezzo e l'altro.idolo.

giudit ha detto...

notare il "a me mi" del mio commento precedente.

enver ha detto...

e neanche Cecca molla!

ci si vede martedì in spiaggia, credo. o il 16 per gesù cristo

Kekko ha detto...

Su Liars ho detto la mia, più o meno a caldo e più o meno così. hanno SPACCATO IL CULO in un momento in cui (mi?) servono gruppi che spacchino il culo. Quando suonano due batterie sono il miglior gruppo del mondo, come tutti gli altri "miglior gruppo del mondo" tipo shellac moha earth mono e cose così, la maggior parte dei quali ha suonato e suonerà (spero) al bronson/hanabi. Quel che è certo è che in una settimana di cose che succedevano e sono successe, o non successe, e hanno fatto stare bene o male o così così, Liars è stata la grande certezza e/o il colpo gobbo e/o il miglior concerto, quello meno incline al compromesso, più fedele allo spirito di indipendenza che in linea di principio potrebbe voler essere lo spirito della musica "indie".

fuor di polemica, il fatto che tornino mi fa sentire bene.

tabache ha detto...

c'è anche da dire che i Liars avevano già suonato qualche mese prima all'Estragon... molti (come me) erano già andati li ... questo penso sia un altro fattore del calo di affluenza.

A luglio ci sarà un bordello di gente .

viapaurosa ha detto...

crhistofer io ti faccio i miei umili ma sinceri complimenti, i liars li ho visti in inverno al l'estragon poi sono venuto al bronson e tornerò a godere nel vederli all'hanabi.
massimo rispetto per bronsonproduzioni