venerdì, giugno 13, 2008

il divo

sembra che entro stanotte o domattina al massimo ci libereremo di questa ennesima fastidiosissima bassa pressione perturbata.
giusto in tempo per il concerto dei veils e il week end tutto. tra l'altro domani l'happy sarà in collaborazione con carlsberg e domenica con peroni, per cui scatterà la solita caccia al gadget. a proposito di veils poi aggiungo a quanto già detto che sono con il brano "nux vomica" nella colonna sonora del divo di sorrentino, che sta riscutendo consensi un po' ovunque, io non l'ho ancora visto ma mi toccherà. inizio concerto h21,30 in consolle si parla di sirol vins e art. ristorante ovviamente aperto ed è consigliata la prenotazione.



vorrei poi approfondire in tempo il discorso su lunedì prossimo che per quel che mi riguarda rappresenta un momento storico. un altro. perchè con will oldham chiudiamo un po' il cerchio sul percorso dedicato ai folk singer di generazione post rock nella sua accezione più ampia. un percorso ideale da jason molina a micah p. hinson passando per joanna newsom e lisa germano e shannon wright e poi ovviamente la triade bill callahan, michael gira e howe gelb. impossibile dimenticare david eugene edwards. ecco, una fila di nomi di questo calibro meriterebbe un post ampio e dedicato pieno di aneddoti ricordi, ma per il momento accontentiamoci e magari ognuno di voi potrà usare la sezione commenti per integrare a modo. ed era proprio il 16 giugno 2005 quando i magnolia electric co suonarono all'hana bi, come sempre il 16 giugno dell'anno scorso partiva ufficialmente la collaborazione con strade blu e per l'occasione i woven hand risvegliarono entità ancestrali dai loro sonni eterni. ecco lunedì saremo al bronson sarà di nuovo il 16giugno incroceremo le strade blu e ci sarà bonnie prince billy. i see a darkness.

ma anche no





tra 90 minuti l'italia scende di nuovo in campo, e questa è decisiva, sembra che donadoni abbia accolto il coro che voleva del piero de rossi e chiellini dall'inizio. non è detto che basti. intanto prendo posizione sul divano dell'hana bi.

63 commenti:

Kekko ha detto...

TOUGH.
io sintonizzo lo streaming in ufficio.

Anonimo ha detto...

A CAGARE L'ITALIA NAZIONALE

diego ha detto...

Spam a tema (non di cacca, ne di nazionale): Lie Down in the Light.

Anonimo ha detto...

ciao è confermato il concerto nonostante la pioggia incessante?Non so a Marina,ma bologna è allagata

chris ha detto...

sì il concerto è confermato. in qualche maniera come al solito riusciremo a farlo. sto tempo ha decisamente rotto le palle.
nel pomeriggio dovrebbe smettere.

matteo ha detto...

ma il concerto si fa lo stesso all'hana-bi anche se piove? o è spostato al bronson? grazie

chris ha detto...

forse non scrivo in italiano...

il concerto è confermato all'HANA BI.

Anonimo ha detto...

ahhahah!!

mascia ha detto...

Non vedo l'ora sìa lunedi per assistere al concerto di Bonnie Prince Billy (ho perso lo scorso anno la serata al Masini di Faenza..grr).

Ieri sera ho visto la partita da sola; mancavano i miei compari cesenati ed ero indecisa se vederla al bar del mio paese, poi ho ricordato che 4 anni fa, durante la partita Italia-Croazia, da alcuni ragazzetti che frequentarono il locale, sono partiti insulti razzisti, ed io ho finito per litigare con loro e non mi sono gustata la partita. Ieri sera mi sono prevenuta e non sono andata al bar. Ed ho fatto bene perchè un'amica mi ha detto che dei ragazzi hanno iniziato a offendere una famiglia rumena che era lì a vedere la sua nazionale ed al primo goal di Mutu hanno iniziato "Tornatevene ai vostri campi nomadi, zingari!".
Mi scuso per questa digressione, ma a me a sentire queste cose viene da vomitare; so che non è il gioco del calcio a tirare fuori il peggio delle persone, so che evidentemente l'ignoranza e la cretinaggine è congenita, ma quando succedono queste cose spiacevoli io mi vergogno di essere cresciuta in questo paese dove parlare di tolleranza e integrazione fa ridere i polli. Mi scuso per lo sfogo ma sinceramente quando sento queste cose non mi frega più come finisce la partita e se l'Italia prosegue gli europei.
Ho l'incazzo...me lo farò passare.

Anonimo ha detto...

se si fosse spostato al Bronson il concerto di stasera sarebbe stato meglio visto il tempo.Addio Veils sob

Anonimo ha detto...

mascia non ce ne frega un cazzo

chris ha detto...

caro anonimo il concerto è come sempre all'hana bi in gratuito se vuoi stare a casa oviamente liberissimo.

al bronson saremo lunedì per bonnie sarà evento e si suderà quanto basta.

trovo interessante il racconto di mascia su questo blog.
molto meno la risposta di un idiota.
che non cancello.

Anonimo ha detto...

concordo con mascia,è proprio da li che partono i massacri che spesso accadono negli stadi.

non importa ha detto...

stoicamente acqua o non acqua stasera sarò li'. già mi persi i Veils una volta. non accadrà una seconda.

diego ha detto...

io vengo. anche se piove... perchè quando piove i concerti all'hana-bi sono più fighi. e poi: 1-non sembra voler piovere più. 2-non siamo solubili.

@(penultimo)anonimo: complimenti per la lezione di stile, davvero.

valentina ha detto...

@ diego: "non siamo solubili" ahahahahahahhahahahahahahahahaha... bella


poi basta, insomma, quanto siete meteoropatici! se vi dicono che il concerto c'è comunque mettetevi una felpa, pigliate un giubbino di riserva e siete a posto!

io sto per arrivare.

a fra poco!

adele ha detto...

@diego LOL

sembra che metterò piede fuori di casa, finalmente. e l'hana bi è il primo posto dove voglio andare.

ci vediamo tra pochissimo!

@anonimo educato e cortese: a noi non frega dei tuoi commenti inutili

Anonimo ha detto...

Ricordo benissimo il concerto di Bonnie a Faenza...e spero di esserci pure Lunedi... la speranza è legata ai biglietti. odio visceralmente le prevendite ahime...mio limite mentale.
non è che con bonnie verra stavolta pure la cantante dei Faun Fables? perche io...spero profondamente che si! ci sia :)

ah! perche non ospitate gli Hollowblue una sera di queste? in fondo, vanno in giro a far reading con Dan Fante...la cosa è interessantissima, why not?

Orbene, evviva il bronson nonostante sia un forno! Son venuta tutta la stagione, e rimpiangero tanto.

a Lunedi!


Claudia

giudit ha detto...

rappresenta.

diego ha detto...

TODAY IS THE DAY (AGAIN!).

e. ha detto...

Senza che nessuno si offenda, i discorsi tipo "locale troppo caldo" o "piove, non so se vengo al concerto" stanno raggiungendo livelli un po' surreali.
Qualcuno invece ha voglia di scrivere due righe sui Veils per chi non ha potuto esserci? (e non per il clima)
grazie, ciao,
e.

chris ha detto...

bella e.

stasera superwolf.
i biglietti ci sono ancora ma meglio affrettarsi. porte h21.

Anonimo ha detto...

veils carichissimi!!!

Kekko ha detto...

tristezza pop is not a crime.

chris ha detto...

un veloce update per l'evento di stasera.

sono in 5sul palco due chitarre basso batteria e violino.

il batterista è il mitico michael zerang. già visto all'hana bi un paio d'anni fa con pupillo e farina. un vero mostro. il chitarrista è quello degli arbouretum.

kekko tristezza pop ti si addice as a nick name. magari più tristezza emo.

Sarina ha detto...

Rispetto per il chitarrista degli Arbouretum (uno dei concerti migliori del 2007), è bravino!
Faenza presente ed entusiasta!
A stasera...

non importa ha detto...

ehm. a che ora apre la cassa per i biglietti in loco ? dato che vengo "da lontano" mi organizzo.
credo sia un concerto che fa rima con "IMPERDIBILE". non vorrei rimanere fregato a un passo dall'ingresso. [saputo tardi-no prevendita]

Kekko ha detto...

rispettissimo per zerang e arbouretum, anche se in segreto speravo in una comparsata di andrew wk :)

@chris: secondo me "tristezza emo" in tono denigratorio. essendo io emo, ora son depresso.

chris ha detto...

biglietteria apre alle 21

diego ha detto...

devo riordinare le idee prima di buttar giù due righe sul concerto di ieri sera... mamma mia, che grande cosa.

chris ha detto...

idem. anche perchè ci sono un bel po' di belle cose da dire. un giorno a ravenna e 2ore di concerto

manser ha detto...

Troppo difficile raccontare con le parole il concerto di ieri...piuttosto non capisco perchè bonni billy non abbia ancora fatto la parte di un maniaco omicida in un film di rob zombie

chris ha detto...

manser: ci sta pensando...

adele ha detto...

concerto perfetto, no?

...azza non si è neanche addormentato :D
grazie per il posto d'onore in consolle.

qualche foto, purtroppo stavolta non dalla prima fila..

Hank ha detto...

Doveroso, se possibile ancor più del solito, il sentitissimo ringraziamento a Chris e Grammo per la serata.

Anonimo ha detto...

che belle luci ierisera..

Anonimo ha detto...

che dire?
- al di là del fatto che è stato, in piena oggettività, un concerto meraviglioso
- al di là del rene che io e chris abbiamo appena messo su ebay per poter coprire i costi del concerto
- al di là delle due persone - hank e savez savini - a cui di solito invidio l'aplomb, e che stavolta ho sentito sbilanciarsi più del solito sui superlativi assoluti
- al di là che bonnie è vivo, c'è e lotta insieme a noi

al di là di tutto
vogliamo parlare della finezza del suono?
a mio parere modellato sul template dei country-trio tradizionali (fanno fede la gretsch calzata alta, e il contrabbasso), scosso da un fremito outlaw d'annata - quegli scattini nervosi quasi protopunk - col violino ad ammorbidire i toni e a far puntare di nuovo il muso dell'auto verso nashville.
a quel punto si inserisce il percussionista world che spazia e spezia muovendo il confine geografico del suono da qualche parte in un mondo ancora inesplorato.
a chiudere il cerchio, una maniera di arrangiare che cita - con evidenza vicina al tributo - i grateful dead di american beauty.

raramente ho sentito artisti reinventarsi con più freschezza.

livello molto molto alto.

mascia ha detto...

Non so quali siano gli elementi specifici per designare un concerto "perfetto", ma quello di ieri sera, per me, lo è stato, se non altro per i brividi lungo la schiena, dal primo brano all'ultimo (anzi, soprattutto durante l'ultimo).
Mi è piaciuto Will, anche per la posizione che ha occupato sul palco: di lato, al pari degli altri componenti della band. Non è un frontman, è semplicemente un grande artista. L'umiltà è ciò che mi colpisce, insieme al suo volto; pare uscito dal film di Linch "Una storia vera", si può immaginare così, abbracciato alla sua chitarra sotto una veranda davanti alle strade polverose dell'Ohio.

Kekko ha detto...

un ottimo concerto. non il mio genere, e non la mia top 5, ma un grande concerto. rispetto.

gagarin ha detto...

mi unisco ai ringraziamenti di hank
la migliore delle apparizioni di oldham in romagna.
un gran band.
un cassius clay zerang stellare come una farfalla
e poi quella cover di carry home...

tabache ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=Cv1NuMI1ipk&feature=related

state attenti a non farvi distruggere l'impianto!
ihihihihih

Federico Savini ha detto...

C'è che "Willaccio" (e solo per questo è un 10 secco) ha imparato a volare e per un paio d'ore ieri sera ha portato con sé "la sua famiglia italiana".
E allora grazie davvero.

Federico Savini ha detto...

E poi Ohio River Boat Song la fa ancora e ho detto tutto.

Anonimo ha detto...

qualcuno può postare la scaletta?
tnx

Hank ha detto...

Tutto molto giusto, a cominciare dalla ineccepibile digressione di Grammo - già, dal bluegrass a Merle Haggard alla world: mica facile - con un unico appunto per Mascia: a ben pensarci, e con tutto il rispetto del caso, il film di Lynch da cui sembra provenire è "Elephant Man".

non importa ha detto...

vi confesso che venendo da Marte fino a venerdi scorso non sapevo proprio chi fosse questo Bonnie 'prince' billy. ho ascoltato sul tubo quattro-cinque canzoni e ho deciso dopo 15 minuti che sarei andato a tutti i costi, che, a istinto, rischiava di essere qualcosa di imperdibile.

scoprire un artista affine al proprio spirito è una fortuna.
scoprirlo durante un grande concerto, ve lo assicuro, è un'esperienza indelebile.

e poi. sentire per la prima volta canzoni nuove e, complice la prima fila, avvertirle familiari e accoglienti come se fossero sempre state li', nell'aria, non è una cosa da poco.

dal lato puramente tecnico inoltre non credo di aver mai sentito niente del genere. il percussionista era chiaramente di un altro pianeta, e il chitarrista ci ha messo l'anima. enormi tutti, comunque.
altissimo livello.
il massimo livello raggiungibile, direi.
qualcuno ha detto perfetto ? perfetto sottoscrivo. e detto da qualcuno che non sapeva nemmeno il nome, del cantante, forse vale doppio.

Kekko ha detto...

@hank: giustappunto, un giusto appunto.

Anonimo ha detto...

boia d'un mondO ma piove di nuovo anche la?

marchino ha detto...

nel 1999 mi sono imbattuto anch'io più o meno per caso al link di bologna in Bonnie Prince Billy durante il tour di I see a darkness (avevo sentito i Palace ma non sapevo ancora del cambio di intestazione..).
L'impatto è stato come quello di un terremoto, piansi di commozione durante un concerto per la prima e l'ultima volta nella vita (spero, oppure no?). Da allora sono un devoto di will e quindi come tutti i devoti un po tonto per cui non aggiungo altro.

chris ha detto...

non lo so nemmeno io cosa dire.
vorrei riuscire a postare e magari un po' alla volta ci caccio dentro tutti gli aneddoti di un giorno e mezzo indimenticabili. come al solito grammo da buon giornalista musicista è impeccabile. e sottoscrivo quel protopunk perchè è davvero il dettaglio forse fondamentale per comprenderne fino in fondo l'approccio.
e già che ci siamo in realtà will è Francis Dolarhyde in Manhunter - Frammenti di un omicidio di Michael Mann del 1986

diego ha detto...

Leggo i commenti e gongolo, fiero che il mio blog omaggi col suo nome questo grande artista.
Ecco, parlando di cinema non bisogna spostarsi tanto dal personaggio stesso... perchè 'lupaccio Willaccio' è anche grande attore. Anzi no, più che attore è grande interprete di se stesso... e mi riferisco, se avete avuto la fortuna di vederlo, ad Old Joy.

Kekko ha detto...

e comunque, zitti zitti, ieri uno dei concerti più divertenti della storia dell'hanabi.

Ste ha detto...

Rubando un modo di dire...mancarone un po' di silenzio x Bob Corn!
Will, il "pifferario magico", una favola!

manser ha detto...

Marchino, anch'io ero al Link dieci anni fa!! Will oldham l'ho conosciuto grazie ad una cassetta di mio padre con Smog in un lato e I see a darkness dall'altro...e adesso al Bronson nel giro di un mese sono passati tutti e due..bello

diego ha detto...

io Will Oldham lo vidi per la prima volta nel 2001 (?) al Covo, tra gli altri c'era anche David Pajo sul palco.
Era appena uscito Ease Down the Road di cui avevo comprato il vinile da Vanni (mancarone Underground!)... non conoscevo I see a Darkness, ma quella sera le sue canzoni mi si attaccarono addosso. Fu un concerto memorabile. Alla fine scambiai anche due parole con Will... il suo sguardo ed i suoi occhi mi ridussero in uno stato di semi-ipnosi!

Bill Callahan e Will Oldham nel giro un mese... rendo ancora grazie a Chris, e a Grammo. Ora mi manca solo una cena col padre di Manser...

Anonimo ha detto...

Ah ah, ok Diego, allora organizzo...però ti avviso che adesso si è dato ad avanguardia ed elettronica e quindi la cena potrebbe essere disturbata da alcuni "rumori" in sottofondo

diego ha detto...

non ho mica detto pasta e fagioli!

mascia ha detto...

Un padre che ascolta elettronica, che bello. Il mio si è fermato a Bob Dylan, ma non protesto, anzi. Poi devo a lui tutti i vinili che ho a casa mia: dai Clash ai Rolling Stone, Miles Davis, Patti Smith eccetera. Tutti "cimeli" dalla prima radio libera di Ravenna.Era il 1977, credo che oggi abbiano anche un certo valore.

Kekko ha detto...

io credo di avere una cassetta di Cocciante di mio padre, da qualche parte.

Anonimo ha detto...

mascia
se è a bob dylan non si è fermato
è il più in movimento di tutti
da sempre, per sempre
ossequi
gr.

Hank ha detto...

Sante parole. Invece mio padre si è fermato a Mozart, che è pur sempre il Bob Dylan austriaco.

Kekko ha detto...

ma scusate, così all'improvviso mi sovviene: domani sera suona Sightings. all'hanabi.
insomma.
cioè.
Sightings.
Sightings.
SIGHTINGS.

Anonimo ha detto...

i sightings sono i bob dylan del noise

dio è il bob dylan dell'universo

amen
gr.