domenica, dicembre 09, 2007

like a rolling stone

esiti opposti per il doppio appuntamento del week end appena trascorso.

venerdì affluenza ai minimi storici per i settlefish ed è un vero peccato perchè meritavano molto di più: arrivati finalmente a far coincidere tutte le influenze in un unico suono. ancora una volta le chiacchere hanno superato il numero dei presenti, ma questo sembra essere un tormentone che ci accompagnerà per un bel po' di tempo a venire.
ma li rivedremo da queste parti, i settlefish, e chi la dura la vince.
stesso impalpabile risultato per le indie electro sessions a seguire, nonostante un pomini che sarebbe davvero bello testare in un bronson a pieno regime, e il sempre ottimo pullo.


al contrario sabato ritroviamo il bronson

imballato e delirante dei momenti migliori.

si parte con un brett anderson decisamente ispirato e comunicativo che si concede almeno mezzo concerto rispolverando in chiave acustica i classici degli suede. pubblico di fan maniacali comprensibilmente in delirio.
seguono le i.e.s più ispirate dell'anno, che di sabato in sabato si delineano fino a prendere la loro forma ideale. nuove e vecchie hits vanno a caratterizzare una stagione che si sta già speditamente avvicinando al giro di boa. ad aprire le danze un vins da urlo in una serata che gli si cuciva addosso a pennello. poi la len ormai matura per affrontare la serata nel suo vivo. quella lucidità che difficilmente riesce a conservare fino in chiusura l'aiuta a superare brillantemente la prova. a seguire la solita impeccabile trascinatrice del dancefloor che è trinity e il sottoscritto che per il secondo sabato di fila si regala la chiusura, ruolo che preferisco e da cui difficilmente mi scalzeranno. mi sembra di essere all'hana bi.

si accendono le luci, e i deliri escono allo scoperto e trovano ognuno un suo volto distorto. una len accecata dall'alcol riesce stoicamente a mantenere un contegno barcollando a braccetto con una "lagiò" che quando c'è non puoi fare a meno di accorgertene. una valli stordita, l'adele un po' crocerossina un po' ballerina e la valeria che ogni sabato è uno spettacolo farla uscire dal bronson. mi ricorda un po' il fra degli anni scorsi. e poi insomma gli aneddoti si sprecano e vi lascio alla sezione commenti. a porte chiuse abbiamo poi festeggiato il compleanno di azza che continuava a confondere il suo regalo con le bariste.
e solo ora mi accorgo della sparizione anzitempo della giudit e del suo maglioncino di freddy kruger

oggi pomeriggio mi sono visto udinese - sampdoria. questo è calcio e più cassano per tutti.



ci si rivede martedì 11 per l'attesissimo appuntamento con gli stars of the lid che con il loro doppio album su kranky "And Their Refiniment Of The Decline" concorrono al titolo di disco dell'anno: ambient drone e minimal.
apriranno i blind cave salamander dell'amico fabrizio modonese palumbo e julia kent (antony and the johnsons).
in consolle morphine.

hank ti aspetto in prima fila.

42 commenti:

Kekko ha detto...

stare bene. stars of the lid = stare anche mejo.

Anonimo ha detto...

la len però dava il meglio di se in chiusura. da ubriaca suona meglio

chris ha detto...

sometimes yes sometimes not.
ma il meglio in chiusura lo da anche quando non suona...

Anonimo ha detto...

ah se lo dici tu

pullo ha detto...

....OK
....OK
....OK

Cazzo che botta!!!!!....era da un bel pò che non sentivo cosi tanta voglia di ascoltare un cd in loop continuo....fino ad oggi però, quando mi sono imbattuto in questo GRUPPONE...(almeno per me!!!!)...americani..per la precisione di portland nell'oregon....dal nome di THE SHAKY HANDS....il loro suono e rock...di quello fico!!!!!!! Ascoltate e ballate.......e per il sottoscritto entreranno nella classifica del 2007.



Grado da dj mix a cesena c'è una copia di YEASAYER..se ti interessa.


OKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKOKO OK OK OK

grado ha detto...

grazie pullo, passerò a ritirare e approfitterò per un up-grade musicale

Anonimo ha detto...

io mi sono divertito, però avrei voluto un pò più di classici nel djset...

by Il Sosia Pazzo di Chris

chris ha detto...

ok pullo ok.

dimenticavo poi di parlare del sabato particolare di michele "orso" orselli, autista runner and bodyguard per brett anderson. incorruttibile.

pullo ha detto...

Basta classici!!!!!!! eh eh eh eh

chris ha detto...

caro sosia pazzo bilanciare vecchio e nuovo è un'arte sottile e del tutto soggettiva. però sabato mi sembrava fossimo in equilibrio. ho visto gente piangere dalla gioia mentre suonava vins

pullo ha detto...

.......ballare e stare felici....

Anonimo ha detto...

ma quali classici!! forza pullO!!
ila

Anonimo ha detto...

ohhh
grado quando metti un paio di dischi con il tuo socio!!!
fra

diego ha detto...

A proposito di Portland e di classici, ieri sono andato a vedere Paranoid Park.
Consigliato.
Dico 'Portland, Oregon' perchè è dove hanno girato il film e dico 'classici' perchè nell'ottima colonna sonora c'è una 'Angeles' di Elliott Smith che quando arriva ti apre in due.

Anonimo ha detto...

...addirittura mi è sembrato che pure trinity sabato abbia messo dei pezzi diversi da quelli che mette su negli ultimi 5 anni...dai che ce la fai!!!

Anonimo ha detto...

..i minimi storici mi sembravano...piu che altro al concerto degli Handsome Family...è stato peggio? nah, dai


:)


LaFabbricaDegliSpilli

chris ha detto...

diego: van sant non si discute quasi mai, elliot smith mai.

fabbrica degli spilli: siamo lì.
e per l'esattezza il minimo (in tutti i sensi) sono stati quei cialtroni dei neils children.

pullo ha detto...

...al bronson classici e nuovi pezzi si sentono ogni sabato sera, cercando di rimanere alternativi ma nello stesso tempo anche mainstreem...secondo me, venire e sentire per credere anonimi.......è logico che di tutte le cose nuove che escono la metà della metà è spazzatura, quindi si cerca di prendere le cose migliori e provare dietro al mixer...poi sta anche a voi di rimanere aggiornati e ballare tutti felici e contenti nel danceflooar del bronson!!!!!!!!!!!!!!!!!

pullo ha detto...

.....e provarle....eh eh eh eh...

Stasera vado a vedere il film di vans sant

Anonimo ha detto...

c'è len che corregge li dietro...... ;)

pullo ha detto...

no sto imparando pure io..tiè!!!!! ah ah ah ah

2 alcuni Dj ha detto...

Pullo...il Dj saggio...

Kekko ha detto...

se c'è len che corregge non è che sta facendo 'sto lavorone :)

però VANS SANT è bellissimo. dà veramente l'idea di un regista che si è definitivamente venduto ad uno standard di spot giovanilistico de seconda mano... FAN TA STI CO!

per così dire.

pullo ha detto...

...infatti k e k k o devo impare ancora molto bene!!!!!

Anonimo ha detto...

len è brava a bere piu che altro!

Kekko ha detto...

@ pullo: scusa, stasera sono acido. ho bisogno d'alcolici. ne ho. sarò migliore. :)

len ha detto...

sono arrivata a casa adesso e ho letto tutto sto popò di roba!
non ho corretto nulla...infatti si vede!!!!!

vans sant, dancefloor, mainstreem.......
oh signor!!!

chris ha detto...

kekko: io parto ora con l'aglianico.
la len regge l'alcol brillantemente.

Anonimo ha detto...

AHAHHAHAHAHHA PULLO è TROPPO SPASSOSO!CON TUTTI I SUOI ERRORI!

len ha detto...

comunque volevo far sapere al mondo che non sono un'alcolizzata, sebbene chris si diverta molto a dipingermi così....!!
dai va là passa di qui con quell'aglianico!

valentina ha detto...

evviva pullo con la pullite, fantastico!! len non glieli correggere i commenti, gli errori rendono meglio l'entusiasmo che ci mette e va bene così.

io volevo dire che la giudit sabato è sparita, ma non se ne è andata. i più attenti di voi avranno notato il suo sorriso aleggiare nell'aria. ecco una foto che ne documenta la sparizione prima e dopo.

Anonimo ha detto...

..sottolineo che per "peggio" e "minimi" riferito al concerto degli Handsome Family, beh....io intendevo l'affluenza di pubblico :D
non sia mai..
perche io, sottolineo, son molto twee country folk acustic gne gne style.
ecco.

euuiua.

io però continuo a pedinarvi finche non mi portate i Magnetic Fields...essu!

che mai, ad inizio anno escono pure col nuovo album.
dai dai dai dai.


:)

simpaticamente una sempre pedante,


LaFabbricaDegliSpilli

Anonimo ha detto...

...ma non è che usate pure Soulseek, neh? mh.


la sempre pedante di cui sopra

Anonimo ha detto...

pullo oltre ad essere un dj di qualità è innanzitutto una persona di qualità coi suoi entusiasmi e le sue pecche, le sue saggezze e il suo impeccabile modo di fare, da gentlamen d'altri tempi...
esistessero altre persone che conservano una tale purezza d'animo..
ma al giorno d'oggi è più facile far finta di sapere due parole in più... che poi a cosa servono...
sabato divertita moltissimo, ora non che la cosa sia collegata, non so gli altri, ma io quando vengo lì mi lascio andare a qualche drink in più e a qualche gaffe, poi certo so che c'è il pericolo di incorrere in facili giudizi, ma io quei giudizi li cerco con attenzione perchè anche io come pullo sono una persona d'altri tempi e questa ingenuità che mi porto dietro non mi permette di capire come sono le persone.
così le ho divise in "quelle che danno facili, scontati giudizi" e che poi dovrebbero vedersi loro, dato che spesso ci infastidisce negli altri ciò che noi siamo, il nostro specchio. e "quelle che non sono poi così scontate nel trarre conclusioni" .
se nel primo caso ci metto pietra sopra, nel secondo ben venga alle novità.
questa non è una critica verso nessuno, ma nè io nè la len siamo attrazzioni turistiche che meritano di essere citate in un blog per la camminata strampalata a fine serata, quanto più per come siamo veramente.
e ce ne fossero come la Len!!!!!
che tra l'altro ha sempre mostrato molto rispetto per il posto in cui lavora mettendoci entusiasmo, passione, buona volontà, insistendo sempre perchè venissimo in tanti e ci fosse un clima sereno.
va bè, ciao a tutti,
la Giò.
p.s.
andiamo alla sostanza...la forma si mette sulla pasta.(rido per questa frase inventata lì per lì)

Anonimo ha detto...

siete tutti persone fantastiche e genuine, pullo, len, lagiò ,vale giudit..e vorrei essere da grande un pò di ognuno di voi!

d.a.r.i.o ha detto...

Che genere è il drone-minimal?
qualcuno me lo può spiegare?
Ciaooo a tutti!! :)

giudit ha detto...

"e vorrei essere da grande un pò di ognuno di voi!"...cioè...come supponevo...sono vecchia...


notte.

chris ha detto...

lagiò: vabbè ci hai messo tutta la giornata per scrivere il tuo commento capolavoro. domenica all'alba facevate ridere e mi sembrava carino scriverlo.

anonimo: il tuo è il commento di chi è già più vecchio di noi. e forse forse non mi sbaglio...

dario: difficile spiegare le definizioni, ma se quello dei sunn o))) è un drone barocco e massimalista, dove i suoni e le loro derive vengono replicati all'infinito per sovrapposizione, nel caso degli stars of the lid siamo nel campo della sottrazione.

d.a.r.i.o ha detto...

:) non ho capito un gran che!! comunque domani me li vengo ad ascoltare..
ciauz!!

chris ha detto...

dario: ho postato a tema su stars of the lid. forse ti chiarirai un po' le idee oppure te le confonderai ulteriormente.
ma la cosa migliore è sempre esserci e toccare con mano

Lale ha detto...

Non ricordo come sono uscita dal bronson, il fine serata è la parte che spesso tendo a rimuovere... però ricordo bene l'inizio e quando sabato sono arrivata l'impresa ardua è stata entrare, ho dovuto supplicare il buttafuori! Immagino ci saranno dei motivi e quindi ne approffitto epr scusarmi con nonsochi x nonsocosa!

UGOLEMA ha detto...

"...quella lucidità che difficilmente riesce a conservare fino in chiusura..." UAHAHAH! :D Non avrei saputo dirlo in maniera più raffinata...