martedì, novembre 25, 2008

colpo su colpo



come tutti gli anni questa è la stagione degli anonimi che si stava meglio quando si stava peggio e di quelli che rosicano, ma il bronson non fa che alzare la posta in gioco. struttura - fonica e programmazione. e incassiamo le critiche con il solito stile. il week end lungo appena trascorso è stato una tappa troppo importante per cedere alle provocazioni. il festival màntica si è confermato per quello che doveva essere, un vero successo per qualità, presenze e capacità organizzativa, e per noi molto più che un piacere averne fatto parte. solo in questi tre giorni tra michael gira, scott matthew e futureheads c'era l'imbarazzo della scelta e ce n'era per tutti i gusti, si è ballato fino al mattino e direi tutto è bene quel che finisce bene. i dj devono far muovere i culi, da sempre e per sempre, meglio se con personalità. i nostri hanno ognuno caratteristiche proprie e completa autonomia, talmente scarsi che sono richiestissimi e me li tengo stretti. se poi non piacciono, se la loro idea non soddisfa: peccato, andate altrove e mangiatevi la solita minestra.

bronson - indie electro sessions
old school clubbing (foto by luca sartoni)

giovedì sera michael gira ha cenato e fatto aperitivo al FARGO e il commento è stato: "my favourite movie". che dio lo benedica.
ancora meglio poi quando si riparte di lunedì con la musica per stirare che spazia dal kraut al folk passando per le novità indie avant. splendida occasione per ascolti, trebbo and slow food.
questa sera arrivano i pullen e si salvi chi può.

FARGO - tutti i lunedì musica per stirare
tutti i martedì arrivano i pullen

poi veloci fino al week end più atteso, quello della prima volta in italia dei television personalities, del ritorno del post punk party (art - dust - cecca), del ritorno tanto atteso dei woven hand e di un'altra prima volta. quella dei black angels la band più cult più figa più chiaccherata e oscura in circolazione. così tanto per gradire, perchè ci siamo seduti sugli allori. ma per piacere.


television personalities - post punk party
venerdì 28 novembre


woven hand
sabato 29 novembre

black angels
guest: dragons of zynth
domenica 30 novembre

52 commenti:

Anonimo ha detto...

sono l'ultimo anonimo che ha scritto nel blog precedente, rimango tale perchè non ho tempo di iscrivermi su gugol però ci tenevo a farvi i complimenti perchè sia d'estate che d'inverno siete una delle piu belle realtà organizzative musicali d'europa e non credo di esagerare.Siete riusciti ad avere gruppi in esclusiva all'hanabi e al bronson,d'estate avrete fatto pagare forse per 2 concerti e nonostante tutto c'è chi si lamenta per i dj sets. Premetto che ai concerti dell'hanabi sarei venuto anche se si fosse dovuto pagare,anzi mi sono sempre sentito in colpa e alla fine ho quasi sempre o mangiato al ristorante o consumato comunque qualcosa al bar. Per quanto mi riguarda non c'è competizione in italia, assomigliate di piu ad una realtà che potrebbe stare benissimo in qualche zona fuori dal centro di londra....e da frequentatore assiduro di londra posso dire che c'è gente che pagherebbe per avere gente come voi che organizza serate e concerti in questo modo,senza guardare a chi va di moda ma alla buona musica. Continuate per la vostra strada,che si vede che fate le cose spinti dalla passione .

S:F ha detto...

rispetto!

S:F

OOiOO67 ha detto...

ci si vede domenica 30 per i black angels

Anonimo ha detto...

ciao ho letto sul myspace dei pinkrays che la data di ravenna è annullata. non ho però capito se i television personalities suonano lo stesso o se proprio tutto il concerto è saltato. let me know, ciao!

chris ha detto...

semplicemente non ci sono i pink rays, che noi non abbiamo mai annunciati tra l'altro.
tv personalities confermatissimi

Anonimo ha detto...

L'A.R.A (alleanza riunita anonimi) fa sapere che allo scoccare della mezzanotte di sabato, sarà presente un bus...che sarà pronto ad ospitare tutti gli anonimi che non vogliono assistere all'ennesime prestazioni musicali dei nostri eroi. Sul bus sarà presente una valida alernativa musicale,birra fresca a prezzi modici e tanto ammore. Sarà inoltre previsto un breve passaggio al mausoleo di Teodorico, e un'oretta di sosta al bingo!!! Chi volesse avere un posto assicurato è pregato di lasciare il suo nominativo ovviamente anonimo!!! vi aspettiamo numerosi, e ricordate che c'è sempre un'alternativa per il raggiungimento della felicità!

Anonimo ha detto...

Se a mezzanotte di sabato David Eugene Edwards non ha ancora finito di suonare, voi anonimi potete mettervi tutti in fila e succhiarmelo.

beto ha detto...

ma lara è quella di twin peaks!

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti , mi chiamo Stefano e sono di Cesena . Vorrei fare le mie considerazioni sul Bronson senza alimentare troppe polemiche . Il Bronson per 2 anni è stato il mio paradiso , entravo , mi godevo i concerti e interagivo con persone appassionate come me di musica . Insomma , quando entravo c'era questa atmosfera che ti avvolgeva ed era fantastico . Quest'anno purtroppo , a mio modesto avviso , non è più così . Non è che si sia seduti sugli allori , semplicemente il bronson è diventato il posto che non sarebbe mai dovuto essere , ossia IL POSTO DI TUTTI . Mi ricordo che era nato con l'intento di scremare la zavorra (a livello di gente) e si era creato un pubblico fedele e appassionato . Purtroppo ora è il ritrovo di tutta la gente di ravenna . Non per niente tutti gli affezionati che ho conosciuto durante questi anni , entrano , si fanno una birra e se ne vanno . Cerchiamo di essere coerenti e onesti , con il determinato tipo di musica che proponete ora (x la maggioranza elettronica o come la chiamate voi )non scremate il pubblico e non fate quella selezione che ha sempre contraddistinto il Bronson , ma attirate sempre più bambini e gente che non c'entra un cazzo .
Però si sa , business is business...

P.s. = La critica non riguarda la programmazione dei concerti che è fantastica , forse una delle migliori in Italia .

Ciao
Stefano

marc0 ha detto...

parole sante, caro stefano.
Purtroppo il capo non ascolta i malumori provenienti dal basso.
Non bisogna stupirsi che poca gente venga ai concerti.
Semplicemente alle millemila persone che entrano al bronson dopo l'una di notte, non gliene frega un cazzo dei concerti.
Quelli che vengono, spesso, sono poi quelli che bevuta la birra, se ne vanno dopo poco.
Chris, non c'è bisogno di un nuovo post per autocelebrarti.
Quelli che non ti capiscono continueranno a non capirti, a bere una birra ed a uscire.
Gli altri, continueranno ad entrare dopo l'una.
Marc0

chris ha detto...

capiamoci. il bronson era e rimane un posto per tutti, e a giudicare dalle presenze la proposta è chiara e apprezzata. i dj sono più o meno sempre gli stessi e la direzione artistica anche. semplicemente le mode cambiano e qualcuno le segue e altri no. i flussi nei locali sono così da sempre e non saremo certo noi a cambiarli.
noi ci evolviamo seguendo un nostro percorso, e se qualcuno lo trova un buon posto per bersi una birra fare due salti e andare, va bene così. è sempre stato così.
la porta è sempre aperta in entrambe le direzioni. per i concerti il discorso è sempre stato "a parte" e spesso i migliori erano quelli con meno gente. ricordo ancora una serata in 30 per lichens e birdshow. stupenda a parte la delusione. ora il "tiro" si è alzato è c'è più gente anche per i live, solo che vista la qualità e i sacrifici per portare certi gruppi ci si aspetterebbe sempre di più. magari meno complimenti e più presenze.
la pista invece, la fanno i dj e quelli che ballano, ed è sempre piena per cui anche in questo caso il popolo del bronson sembra apprezzare. come ogni anno ci sono i fedelissimi, i saltuari, quelli che non è più come una volta, quelli che vengono ma criticano, quelli che rosicano, quelli che seguono l'istinto e cercano l'anima gemella e via discorrendo. la solita normalità.
e di "bambini" ce ne sono ben pochi, certamente molti meno degli anni scorsi, ma dare spazio a gente come gli heike, i clever e i calcutta o black fanfare e lato oscuro, lo ritengo doveroso, e se i loro "giovani amici" li seguono mi pare altrettanto normale e ottimale . è quello che è mancato per anni in questa città, uno spazio per esprimersi e confrontarsi con un pubblico. noi proviamo a darglielo.

in tre giorni
TELEVISION PERSONALITIES
WOVEN HAND
BLACK ANGELS

nemmeno a new york.
forse

mascia ha detto...

Non per tessere lodi inutili ma insomma, parliamoci chiaro, la mia generazione di pressapoco trentenni (tra poco anche io taglierò questo traguardo anagrafico) ha bazzigato per anni in locali come il mitico Rigolò o lo Slego. Siamo stati fortunati, ci siamo scatenati in pista ascoltando la musica migliore di quegli anni. Purtroppo quei locali non esistono più, l'ex-Rigolò è un orribile centro commerciale e passandoci davanti tutte le mattine ho sempre qualche sussulto nostalgico..Vorrei quindi spezzare una lancia nei confronti del Bronson, unico locale rimasto in zona dove poter assistere a buoni concerti, incontrare amici e fare due saltelli in pista.
Per non parlare del fatto che conosco gente che al Bronson si è anche innamorata ;) e scusate se è poco....

Anonimo ha detto...

nemmeno a new york...???!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
non è che ti salvi con quel forse.
fly down vez
fai dei bei concerti ma c'è chi lo fà da anni senza autoglorificarsi.

Anonimo ha detto...

X chris

sono sempre Stefano , io penso che invece la musica proposta quest'anno sia molto più accessibile confronto a quella degli anni passati . te lo dimostra il fatto che al Bronson ci va gente che d'estate non frequenta l'hanabi , ma frequentano la duna , il cocoloco e altri bagni merdosi . Quindi , se mi permetti , il popolo del Bronson non sono loro . Siamo noi che ogni santo sabato veniamo li alle 10.30 per i concerti .
Per quel che riguarda i bambini , non intendevo i gruppi , intendo la gente che balla dopo .
Poi , per concludere , penso che la mossa delle 3 feste anni 90 non sia molto in stile Bronson . . comunque se ammetti che le fate per guadagnare e questi soldi poi vengono investiti per fare dei gruppi fighi ben venga .

Ciao
Stefano

chris ha detto...

siamo partiti con quelle '80 ma quelle '90 sono meglio e ci appartengono di più visto che in certo senso li abbiamo vissuti di certo maggiormente.

il pubblico invernale e quello estivo sono sempre stati diversi

sì certo, noi siamo a madonna dell'albero

Anonimo ha detto...

Sono l'anonimo del primo post.
La differenza tra il bronson e new york sta nel fatto che a ny la maggiorparte dei locali che fanno musica dal vivo hanno delle società alle spalle che gestiscono piu di un locale (e vale anche per los angelese ad esempio),quindi piu soldi a disposizione e anche piu spazio. Non capisco come ci si possa lamentare della musica,chi non l'apprezza può sempre ascoltare la musica che vuole a casa propria. E chris non mi sembra che si autocelebri anche se potrebbe farlo,forse non vi rendete conto che molti gruppi che hanno suonato al bronson/hanabi hanno suonato in festivals come il coachella solo per citare uno dei piu importanti....e all'hanabi/bronson ce li siamo visti talmente da vicino che sembrava suonassero in camera nostra,credetemi c'è gente che PAGHEREBBE per vederli cosi da vicino....e voi vi lamentate

Anonimo ha detto...

Ciao, mi chiamo stefano, visto che arrivo secondo stefano2.
Questo clima di riappacificazione natalizia mi fa rimpiangere il sarcasmo di gianni.
Io sono sicuramente fra in nostalgici del bronson, che ritengo un gran posto e una possibilità in più. Capisco però le critiche. Non è gente che rosica. Forse si sentono un pò abbandonati da un compagno di giochi, di rock. Come se un tuo amico non condividesse più le cose che vi hanno unito.
Poi vorrei fare una considerazione. Il rock è bene o male una garanzia. Se c'è, i fan vanno, mentre le mode passano e quando finiscono che rimane se hai tradito i tuoi fedelissimi. Alla fine non credo che il bronson possa contare più di tanto su chi si beve una birra poi se la svigna.
Ma queste sono considerazioni che un imprenditore come chris avrà sicuremente valutato meglio di me.
Ciao

Anonimo ha detto...

il rock lo fanno in pochi oggi giorno,dovrebbero mettere su solo roba vecchia secondo voi ?
di roba elettronica ce nè molta di piu in giro,è normale che si suoni questa

Kekko ha detto...

boh, da due post a questa parte non riesco a capire di cosa si stia parlando.
io vado al bronson da qualche anno e continuo ad andarci perchè secondo me fa roba figa.
sicuramente mettersi a fare riflessioni sul porsi in merito al "rock" o ai fedelissimi un giorno prima di una tripletta TV personalities/woven hand/black angels (che come tripletta è CHIARAMENTE una sega mentale di chris, altro che "pubblico generico") non mi pare avere tutto 'sto senso. detto questo,

no, niente. non ho nient'altro da dire.

beto ha detto...

..ha ragione chris!
il bronson, il mare, la città,
un bel monopolio per questa enorme città...
rabbrividisco al solo pensiero di fragranze sapori bicchieri pagine.......

Ant ha detto...

i calcutta sono bravi di peso
ma nn suonano più?

chris ha detto...

comunque rispetto le opinioni, ancor più se messe giù così.
a me la musica elettronica non colpisce particolarmente ancor meno se di moda, ma capisco anche che è una proposta ideale per il ballo. i dj del bronson si stanno orientando in quella direzione e il processo evolutivo era chiaramente iniziato all'hana bi. aggiungo che trinity continua per la sua strada e io pure. la maggior frequenza delle feste anni 90 va anche in questa direzione, in un certo senso a compensazione della diminuzione (tutto sommato relativa) della presenza di chitarre al sabato.
io credo che lo spirito del bronson fosse anche: piena libertà ai dj. mi pare intatto.
intanto domani ritorna anche il post punk con arturo cecca e quello che fa i timbri.
poi se fossi un bravo imprenditore farei altro.

crusty ha detto...

chris si autoglorifica.sempre e da sempre.
che sia un gran gestore (che deve anche guardare alla parte economica in quanto gestore) non v'è alcun dubbio. ma non ammetterà mai che le scelte (non legate ai concerti ma alle serate) le fà se ha risposta di pubblico (=risposta economica).
altrimenti i VERI affezionati ci sarebbero tutti alle feste post punk. pochi ma appassionati.
ma i soldi non si fanno solo con la passione.

poi l'umiltà ha sempre preferito lasciarla ad altri. c'è chi rischia e porta anche gruppi, che dopo fà il bronson, per primo in Italia. ma questi non li sentirai mai autoglorificarsi.
questione di stile.

kekko smetti di leccare il culo. hai chiaramente una grande dialettica, ma la usi senza obiettività. e la metti al servizio di chris che penso riesca a difendersi da solo. se non volessi leccare il culo con la dialettica che ti ritrovi saresti altrettanto bravo ad attaccarlo.

sempre questione di stile, per me

Kekko ha detto...

@crusty -grazie un sacco per la cosa della dialettica, che devo dire... mi piglia male a sentirmi dare del leccaculo.

pullo ha detto...

Direi che trinity e i calcutta sono elettronici ma gli altri proprio no...anzi....

Ste ha detto...

Mi sembra che in questo periodo in farmacia vendano un buon vaccino per questi stati febbrili..siete proprio malati!
A domani sera!
Peccato che l'altra televisione non passerà dalla Romagna!

Anonimo ha detto...

a proposito di piste vuote e poca gente... vorrei ricordare agli ultimi avventori che circa 5 anni fa quando ho cominciato a collaborare con chris la pista che mi ritrovavo era vuota... ho fatto un estate di aperitivi con 2 o 3 persone che mi ascoltavano... quindi il discorso economico dei numeri che avete fatto non mi sembra molto calzare con le scelte di chris... entrambi a conoscenza di cominciare a intraprendere un percorso molto difficile e rischioso abbiamo cominciato a fare questa proposta alternativa che solo a ravenna mancava.... Chris ci ha creduto...e mi vien anche da dire a sue spese!! Mi ricordo che a volte anche lui si stupisce delle mie scelte, ... estreme?? troppo forti?? .. non so!
La disponibilità è totale, e chris ci da completa autonomia nelle nostre play list! Poi si fanno delle scelte!
Il mio progetto comunque , per chiarire, non è dettato da mode o da fashion mood... ma da una grande passione per la musica nel suo complesso...(il mio gusto ha origine negli anni '80, maturato nei '90, e continua oggi con tutte le moltelici proposte del mercato), dicevo... passione per la musica e continua ricerca...comprando musica,andando a concerti e festival, e sopratutto confrontandomi con le proposte fuori dall'italia...
Credo che tutto questo percorso ci stia dando la possibilità di considerare il Bronson un importante punto di riferimento per la musica, sia live che da club... e visto che le due cose possono vivere anche separatemnete, anche il pubblico pùò fare la stessa cosa... nessun obbligo! Io per prima non ho mai cercato di limitare il mio ascolto quindi non vedo perchè essere chiusi rispetto a proposte musicali diverse... se non piacciono... punto... me ne vado altrove...
Di base comunque rispetto assoluto sempre per chi ha il coraggio di percorrere strade non scontate...
e il Bronson secondo me è su quella strada!
ci si vede sabato!
dance dance dance!!!!!!
trinity

pullo ha detto...

Yeaaaa....grande simo!!

Evviva il bronson...hana bi...e fargo...condivido tutto quello che hai scritto!!

diego ha detto...

...RESPECT!

tutto il resto è questione di lana caprina
(che con questo freddo ci sta, ma tant'è)

Qua, per fortuna, dopo le chiacchiere la musica si fa davvero... ed è l'unica cosa che a me veramente importa. A domani!


PS: "fly down vez" è molto '90. applausi.

diego ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

FARGO CAFE'

Pensieri
Parole
Opere
Omissioni

Anonimo ha detto...

pullo così però è troppo facile...

ominonA ha detto...

Che donna!!! trinity!
che donnaaaaaaa!!!!!

pullo ha detto...

infatti..io la voglio facile..ahahah...
acisor

Grossa Rè Tigre from tana delle tigri ha detto...

Ma i Calcutta Brooklyn's suonano sabato??

ominonA ha detto...

uwe uwe pullo io non centro niente con il commento su di te!! ci sono anonimi e iminonA!!

ahhh trinity!!! che donna!! e che dj!!

pullo ha detto...

infatti era riferito all'anonimo prima di te......ciao.

chris ha detto...

sì ci sono anche i calcuttini

Anonimo ha detto...

allora,parlando di dj,sono anni anni che freuento bronson e hanabi,adoro come suona trinity,l'ho sentita anche anno scorso a bologna,solo na cosa..le sgamo sempre i dischi,non ha segreti,anzi spero sempre che mi stupisca,magari guardando al passato più che al presente,visto che il genere che suona è morto e sepolto,almeno a livello di uscite. (sempre che non voglia scaderenel commerciale vedi cazzate ala princess superstarche se la poteva risparmiare)e cmq vanitosamente e con presunzione credo che restando in quelle sonorità la mia tracklist sarebbe meglio della sua...buona parte del suo successo stà nel fatto di essere una fanciulla.ciao e pagate di più trinity!!..ovviamente Anonimo. bravi!!

pit ha detto...

haahahah
sto ridendo troppo!

Ale(non anonnimo) ha detto...

io è solo da pochi anni che frequento, e penso di esser anche tra i clienti piu giovani del bronson e penso anche dell'hana-bi avendo 20 anni, e da quello che ho letto qui mi sento in parte ferito da chi dice che ci son troppi giovani/bambini etcetc e mi chiedo perchè noi non potrebbe piacere il genere di musica e di locale che è il bronson, ed essendo anche l'unico locale di questo genere a meno di un ora d'automobile ci "tocca" venire li...

il nuovo album di Mr.Oizo merita

cyaaaaaaa

stu ha detto...

Uh,ma ancora a discutere di queste cose?invece di fare i conservatori sarebbe meglio aprire un pò di più la mente(e le orecchie).Al Velvet è successa la stessa cosa,fronda rockettara che pretendeva di sentire i classiconi versus fronda tecnologica che voleva sentire la roba DFA versus modaioli versus ecc..
E' andata a finire che han fatto tre piste,ognuna con un suo genere.Al Bronson la sala è una ma i DJ si alternano,se non ne piace uno,ti fai una birra,rimorchi qualcuna,e aspetti il secondo giro.All'Hana bi è la stessa cosa,ma non mi sembra si lamenti nessuno.

p.s. trinity vince sempre.
p.p.s. sopratutto se mette Princess Supertar.
p.p.p.s. cioè sempre.

Grossa Rè Tigre from tana delle tigri ha detto...

Mr.Oizo Spakka,purtroppo si porta dietro quella menata del pupazzo!!!dai tempi della pubblicità!

pit ha detto...

in questo album mr oizo uccide il pupazzo
che bomba
quanto e trash il promo? haha

Anonimo ha detto...

La dichiarazione di Crusty su kekko ha decisamente rotto gli equilibri...cosa che pullo non riuscirà mai a fare.

Crusty - voto 8 - picconatore
Pullo - voto 4 - don abbondio

T. ha detto...

quanto costa l'ingresso per i Televisio?

punck ha detto...

ma in fin dei conti

e' solo rock'n'roll

troppi turbamenti sono inutili

stasera davanti alla TV.

chris ha detto...

television costa 16 e 14 in mailing list. ci si vede davanti alla tv

Fabrizio ha detto...

x chris:

cioè basta essere iscritti alla mailing list e si ha lo sconto?
Che devo portare all'ingresso (oltre ai soldi...)

grazie

Fabrizio ha detto...

Tutto a posto, mi è arrivata l'email!

Mi sono risposto da solo...

C'è un gruppo spalla stasera?

chris ha detto...

no nessun supporto.
ci sarà un dj set introduttivo di arturo e ho idea che sarà molto più interessante di qualsiasi supporto

handmade jewelry ha detto...

i agree your idea ! very nice blog