lunedì, novembre 10, 2008

la fever lit

e così mentre i bachi continuano ad incassare recensioni entusiastiche tra cui anche quelle degli amici francesco farabegoli (chiunque esso sia) e diego peraccini e mentre il FARGO compie i primi passi nel cuore della città, al bronson non ce ne stiamo certo con le mani in mano.

e così domani (martedì 11 novembre) arrivano i larsen in allegra ed eccezionale compagnia di jamie stewart (xiu xiu) e julia kent (antony and the johnsons). come eccezionale è lo scatto di presentazione qui sotto. davvero non credo che ci sia bisogno di ulteriori presentazioni. chi sa non potrà di certo mancare e a volte un po' di curiosità potrebbe stimolare anche tutti gli altri.
sarà l'incrocio dell'apocalisse con l'intimità.

25 commenti:

Primo ha detto...

1

Anonimo ha detto...

Trinity se lo fa il vaccino antinfluenzale? O posso sperare che almeno per un sabato in tutto l'inverno se ne stia a casa???

chris ha detto...

trinity chi l'ammazza ...
cmq non mi pare il caso di farsi il sangue amaro per 45'
piuttosto se non ti piace trinity vieni stasera.

Kekko ha detto...

che poi insomma, mettiamoci nei panni dei fan di trinity. se ne stanno al bronson per un paio d'ore prima che lei inizi, sopportano gli altri e non scrivono insulti anonimi nel blogghe :)

chris ha detto...

kekko questa è la tua prima dichiarazione pienamente condivisibile negli ultimi 4anni

Anonimo ha detto...

pullo quando suona?

mr.crown ha detto...

beh io stasera non posso mancare.
speriamo non ci sia ressa...

Anonimo ha detto...

anche io non posso mancare stasera...gran bella serata musicale... spero di riuscire a tornare in tempo!!!
per il resto.. che dire!!!
la disponibilità di alcune orecchie non è così generosa!
e comunque non dovete sperare che io mi ammali ... non è carino!
pittosto chiedete alla direzione artistica che è lei che decide chi far suonare!
i limiti si che sono una brutta malattia!!!
a stasera
spero
trinity influenzata!!!...

chris ha detto...

se la direzione artistica sono io allora trinity toccherà sopportarla a lungo. a dopo

Anonimo ha detto...

e pullo?

T. ha detto...

+ Trinity
- Pop porno

Anonimo ha detto...

+ porno con trinity

Anonimo ha detto...

Visto che nel post precedente nessuno mi ha risposto , posto qui .
Come hanno suonato gli Strawberry Fields sabato ? Io purtroppo ero a Bologna all'estragon e non ho potuto sentirli.

Marika

syrup of tears ha detto...

un bel concerto acustico di james stewart da fargo sarebbe EPOCALE!
gli posso portare una rosa stasera?

chris ha detto...

kekko da oggi sei ufficialmente il signor SI FOTTA!

Kekko ha detto...

(verissimo)
(sob)

Anonimo ha detto...

cari ragazzi, caro chris
qui antonio
non ci si vede da mò.
bisogna che senta 'sto disco dei bachi. anche se sono sospettoso per contratto verso le iperboli dei dischi dell'anno e dei concerti del secolo, il paragone con i talk talk di laughin' stock mi ha incuriosito.
come sapete i talk talk sono il gruppo dell'anno, fautore di un paio di dischi del secolo (almeno da "spirit of eden" non si prescinde), nonchè il mio gruppo preferito nonchè il live act che, se rimesso in moto ed intercettato, chiuderebbe la mia parabola personale e quella di strade blu in quanto momento apicale, epocale, definitivo di un'epoca.
visto che cecca e la bronson produzioni sono avari di promo, me lo andrò a comprare.
chris, chiama andrea per i saldi di fine stagione.
intanto, baci a tutti e a presto
a.

chris ha detto...

ciao a. e tutti il resto.

se vogliamo mettere da parte l'ironia diciamo che quello dei larsen in versione XXL non è stato il concerto dell'anno , ma un gran concerto.

diciamo anche che c'erano sì e no cinquanta persone tra cui trinity.

aggiungo per l'ennesima volta una considerazione di massima, i dischi bisognerebbe acquistarli e i concerti andarli a vedere. parlarne potrebbe anche essere secondario visto che le reazioni sono spesso emotive e personali.

ritengo però doveroso che un progetto come bronson produzioni ospiti i larsen tra le proprie mura e co-produca dischi come quello dei bachi. altrimenti sarebbe qualcos'altro.

syrup of tears ha detto...

piu gente per pete and the pirates che per XXL.. triste.
comunque, concerto della madonna ieri :)

Anonimo ha detto...

hai ragione syrup. però pete di sabato, XXL di martedì, e almeno per me che abito a 80 kilometri circa con la nebbia di ieri sera non sarebbe stato affatto facile.
calcolando che la scorsa settimana per gli Oh no Oh my (per me gran gruppo) eravamo sì e no in 30 (altro locale non il Bronson ma a titolo d'esempio) ed il concerto era gratis...
Senza contare che a volte si paga ma il gruppo ha più appeal (purtroppo non per la musica che scrive ma per, da me odiati, processi d'identificazione mediatica) e la gente si sposta pure durante la settimana.
Senza entrare nel merito di un discorso ben più ampio (sull'uso di internet) le persone, pur scaricando o sentendo musica on line, devono imparare ad ascoltare la musica (non sentirla) e devono altresì (per come vedo la scena indipendete io) SUPPORTARLA:CD VINILI CONCERTI!

giacomo

Anonimo ha detto...

personalmente ho trovato veramente bella l'apertura della serata da parte di julia kent con la loopstation!! veramente notevole l'utilizzo che ne ha fatto con il suo strumento!!

ciao!!

Adele ha detto...

è passato un mese e mi sembra una vita. non posso dire molto adesso ma di certo che mi mancate tantissimo.

il bronson e tutti voi dentro.

due cose mi mancano di più: ballare fino ad essere sfinita e proprio i concerti infrasettimanali, quelli più intimi.

chris c'è bisogno di una sede Bronson produzioni a Barcellona, io sto provando tutti i locali che posso ma niente che si avvicini, giuro :)

state bene anche per me, a presto

chris ha detto...

wow adele, bello sentirti.
mah potremmo anche tentare l'avventura europea un giorno.
intanto ci si vede a natale

kokko ha detto...

adele.
Prova il razzmatazz.
Anzi no. continua a cercare, valà.

Anonimo ha detto...

+pulloe+len